È quasi un mese che i vigili del fuoco hanno chiuso le due aule delle plesso scolastico di Osteria della Fontana, in località Finocchieto.

Chiuse perché rese inagibili dalle infiltrazioni piovane. Sembra che la copertura abbia la guaina rialzata e quindi la acquazzone infiltrandosi nella struttura abbia creato muffa e abbia provocato il rialzamento dell’intonaco, quindi le due aule sono state chiuse. Sembra pure che la Asl abbia dichiarato la non promiscuità dei bagni, maschi e femmine non possono usufruire degli stessi servizi, così come mancano i servizi igienici per i disabili, dichiarando gli ambienti antigienici e insalubri e predisponendo interventi immediati.

E poi quella parete che ha reso una struttura che era adeguata a non esserlo più. Un’uscita di sicurezza che non esiste più e nessuno dell’amministrazione comunale pare sia andato sul luogo per vedere il da farsi. Il silenzio assordante non è un bene per gli studenti. Ricordiamo che la scuola è a indirizzo musicale e il corso ancora non riesce a partire e ‘musica’ é materia curricolare. Lo stesso vale per il corso di informatica.

Nonostante i numerosi solleciti da parte della dirigente scolastica, la strumentazione informatica presente nell’altra parte della parete non è stata ancora riconsegnata. Nessuna risposta alle pec inviate dalla scuola. Le istituzioni hanno il dovere di dare risposte ai cittadini, hanno il dovere di assicurare il diritto allo studio e hanno il dovere di garantire la necessaria sicurezza degli studenti e di tutto il personale scolastico.

Anna Ammanniti

(foto: repertorio)





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *