Avevano deciso di trascorrere una notte di divertimento e avevano pagato belle e prorompenti giovani per impiegare il tempo nel migliore dei modi. Salvo scoprire in seconda battuta che le affascinanti ragazze erano trans. Dalla lite alla rissa il passo fu breve e in una stradina della città Martire arrivarono i carabinieri che fecero scattare la denuncia per tentata estorsione aggravata e lesioni personali nei confronti di tre giovani. Questo accadeva nel 2019. I ragazzi, assistiti dagli avvocati Sandro Salera, Paolo Marandola, Gianluca Giannichedda e Marco Vento, sono finiti sotto processo. Oggi sono stati assolti. Il Pm aveva chiesto tre anni e sette mesi di reclusione. Pochi minuti fa la decione del Tribunale. 

Redazione L’Inchiesta Quotidiano



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *