Per lui rito abbreviato. Reato riqualificato in imbrattamento


(ANSA) – FIRENZE, 24 NOV – Appiccò il fuoco al drappo nero
che, in segno di solidarietà all’Ucraina, copriva la copia del
David di Michelangelo in piazza della Signoria a Firenze. Per
questo Vaclav Pisvejcv è stato condannato, in abbreviato, a 6
mesi di reclusione. Il gup Angela Fantechi ha tuttavia
riqualificato il reato di incendio doloso contestato dalla
procura, in imbrattamento. Il cittadino ceco è noto per aver
colpito in testa con un quadro, nel 2018, l’artista Marina
Abramovic.
   
La sera del 10 marzo scorso, l’uomo, secondo quanto
ricostruito, scavalcò le siepi e diede fuoco al telo che copriva
la statua. Fu bloccato grazie all’immediato l’intervento di una
guardia giurata in servizio alla Loggia dei Lanzi e di un agente
della polizia municipale. Le fiamme furono spente da altri
agenti con gli estintori in dotazione nelle auto di servizio.
   
Vaclav fu arrestato per incendio doloso. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA