Si fingono tutori dell’ordine, avvocati e familiari per ‘spillare’ danaro ed oro alle vittime di turno.

I truffatori incalliti che prendono di mira gli anziani sono in aumento e per questo motivo il tribunale di Cassino, con la Procura e le forze dell’ordine, ha preso parte ad un evento organizzato dal centro anziani di Esperia in stretta collaborazione con il Comune.
Nell’antica cappella Lauritana, giovedì 1 dicembre, si è svolto un incontro di spessore al quale hanno preso parte in qualità di relatori il procuratore capo Luciano d’Emmanuele, il magistrato Francesca Fresh, il presidente del tribunale Massimo Pignata, il sindaco di Esperia, Giuseppe Villani ed i vertici provinciali della Polizia Stradale. In sala anche il magistrato Maria Beatrice Siravo, il comandante della compagnia dei carabinieri di Pontecorvo, il capitano Bartolo Taglietti, il vice questore Simona Maffei, dirigente del commissariato di Cassino, il luogotenente dei carabinieri e responsabile della sezione di Pg in Procura, Wladimiro Penge e il commissario Crescenzo Pittiglio. A fare gli onori di casa è stato Pasquale D’Eletto, presidente del centro anziani di Esperia.
an



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *