Sul podio del primo “Concorso Nazionale Yogurt” l’imprenditrice agricola, Paola Lenzini, titolare dell’agriturismo l’Arco di Guarcino e responsabile di Donne Impresa Coldiretti Frosinone, che oltre a trionfare nella categoria “Latte Ovino”, ha ricevuto anche un riconoscimento speciale per il suo impegno nell’inclusione lavorativa di persone in difficoltà.

Al concorso organizzato da Ruminantia e Michele Grassi con la partnership di Cremona Fiere, Casa Artusi e delle Fiere Zootecniche Internazionali, hanno preso parte numerose aziende provenienti da tutta Italia, ma solo dieci di loro sono arrivate in finale. Ad esaminare i partecipanti, che sono stati premiati a Cremona nel corso della Fiera, una giuria composta da quindici giudici selezionati tra assaggiatori esperti e addetti al settore.

Tre le categorie in gara una per il latte caprino, l’altra per quello vaccino e la terza per il latte ovino, che ha visto come prima classificata Paola Lenzini. Non solo. La nostra responsabile Donne Impresa Coldiretti Frosinone, ha ricevuto, infatti, anche un riconoscimento speciale “Inclusione Lavorativa” tra quelli riservati solo a quattro aziende, grazie al suo progetto “Agriyò”, che “ha creato una rete di integrazione sociale – si legge nella motivazione – rivolta ad ex detenuti, ex tossicodipendenti e mamme in difficoltà, che vengono coinvolti nelle varie attività dell’azienda”.

Paola Lenzini, infatti, non solo ha creato un prodotto caseario innovativo e unico in tutta la Ciociaria come lo yogurt di pecora, ma ha anche realizzato un progetto denominato “Agriyò”, che oltre a valorizzare il latte ovino, punta al reinserimento di ex detenuti, ex tossicodipendenti o mamme in difficoltà, attraverso il loro coinvolgimento nelle attività dell’azienda in partnership con il Distretto Socio – Assistenziale A. Un progetto che l’ha vista trionfare anche nell’ultima edizione degli Oscar Green del Lazio, il concorso di Coldiretti che premia le idee innovativi dei giovani imprenditori agricoli.

“Un ulteriore riconoscimento che valorizza la produzione locale e le nostre eccellenze – spiega il direttore di Coldiretti Frosinone, Carlo Picchi – Paola Lenzini, con la sua azienda, rappresenta una realtà importante per il nostro territorio”. Il suo progetto “Agriyò”, inoltre, “non solo contribuisce a difendere la nostra distintività – spiega il presidente di Coldiretti Frosinone, Vinicio Savone – ma crea una rete sociale accanto a persone in difficoltà, che grazie all’agricoltura riescono a ritrovare la forza di cui hanno bisogno e un’opportunità di formazione e reinserimento lavorativo”.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *