Continua la campagna elettorale in vista delle elezioni del 25 settembre, le notizie di oggi in diretta. Cresce la preoccupazione per il costo del gas e delle bollette, mentre sempre più leader politici chiedono un intervento urgente a Draghi. Nel frattempo, con la situazione drammatica dei migranti a Lampedusa, Meloni rilancia il blocco navale e Salvini i decreti Sicurezza.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Elezioni politiche del 2022 in Italia

Renzi: “Letta è incoerente, non credo a Meloni”

Mi domando con quale credibilità Letta faccia agli altri le prediche dopo aver imbarcato in coalizione chi ha sempre comsconfitto Draghi. Fratoianni è alleato di Letta, eppure in Parlamento ha sempre contestato Draghi. Medico cura te stesso, verrebbe da dire a Letta. Tutti gli schieramenti hanno imbarcato chi ha fatto cadere Draghi. Gli unici ad averlo sempre difeso siamo noi del Terzo polo“. Così Matteo Renzi leader di Italia Viva, in una intervista a ‘La Stampa’. “Non credo alla Meloni. La ricordo difendere a Putin e attaccare il governo in una trasmissione qualche anno fa. La ricordo amica di Orban e della peggiore destra europea. La considero inadeguata e mi colpisce che nessuno dica la verità su di lei: come fai a parlare oggi di trivelle quando sei anni fa dicevi che le trivelle non servivano ed erano funzionali solo alle esigenze delle “grandi lobby di Renzi”? Detto questo ho apprezzato la posizione sulla Nato e se sarà premier non avrà i nostri voti ma avrà il nostro rispetto istituzionale. Farò di tutto per farla perdere così da avere di nuovo Draghi. Ma se vincerà saremo un’opposizione civile. Inflessibile ma civile” ha aggiunto.

Tremonti: “Lo scostamento di bilancio sarebbe una misura molto rischiosa”

Uno scostamento di bilancio “con l’inflazione e la speculazione in netta ripresa sarebbe una misura molto rischiosa“. Così in un’intervista a ‘La Repubblica’, l’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. “Alla crisi energetica si somma l’inflazione gravissima. In realtà, siamo davanti alla combinazione drammatica e pure prevedibile della fine della globalizzazione, che ha fra le conseguenze la guerra, e dello svanire dell’illusione finanziaria che ha dominato questo decennio. C’è il pericolo di una recessione, con rilevanti conseguenze sociali e politiche“, ha aggiunto. Per Tremonti “ci sono Paesi come l’Olanda che traggono grandi profitti da questa situazione. Bisogna agire anche lì. Partendo da un ragionamento che finora è mancato: ciò che sta accadendo è la combinazione fra l’azione demoniaca della Russia, la speculazione dei mercati e le convenienze degli Stati che sfruttano questo stato di cose, applicando imposte sull’energia“.

Elezioni 25 settembre 2022, le notizie di oggi 29 agosto in diretta

I partiti chiedono a Draghi e al governo di intervenire immediatamente sul gas, con il caro bollette che minaccia famiglie e imprese nei prossimi mesi. Salvini chiede un armistizio agli altri leader per affrontare l’emergenza. Nel frattempo il centrodestra torna a battere sul tema immigrazione, vista la situazione drammatica a Lampedusa e non solo. Meloni ripropone il blocco navale, mentre dalla Lega fanno sapere che durante il primo Consiglio dei ministri del nuovo governo saranno ripristinati i decreti Sicurezza.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *