Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Ecco i punti nell’accordo quadro di programma per un Governo di centrodestra, presentato da Meloni, Salvini e Berlusconi alle elezioni del 25 settembre: dalle tasse al fisco, passando per il tema pensioni, reddito di cittadinanza, flat tax e riforme.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Le elezioni politiche 2022, in programma il prossimo 25 settembre, vedranno (a scanso di clamorosi ribaltoni) una schiacciante vittoria del centrodestra: gli ultimi sondaggi, infatti, danno la coalizione in netto vantaggio rispetto al centrosinistra, al Movimento 5 Stelle e al cosiddetto Terzo Polo. Il partito trainante è sicuramente quello di Giorgia Meloni, con Fratelli d’Italia attestato oltre il 20% dei consensi in numerose rilevazioni.

Ma cosa farà il centrodestra qualora ottenga il governo del Paese? Per rispondere a questa domanda, la coalizione ha pubblicato un programma elettorale comune – a cui si affiancano quelli diffusi da Fratelli d’Italia e dalla Lega. Oltre ai tre partiti di centrodestra (Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia) la coalizione comprende anche una serie di partiti di centro riuniti sotto il simbolo di Noi Moderati.

Tra i temi del programma elettorale del centrodestra – che si configura come un vero e proprio programma di governo dal titolo “Per l’Italia: accordo quadro di programma per un governo di centrodestra” – ci sono la politica fiscale, le riforme istituzionali, grande attenzione alla sicurezza: il testo completo del programma in 15 punti è disponibile in pdf, qui intendiamo proporre una sintesi al fine di dare una panoramica sulle promesse della coalizione di centrodestra in caso di vittoria delle elezioni, e quanto costerebbero se fossero attuate.

Fisco e tasse

La questione fiscale è centrale nel programma del centrodestra. Per prima cosa si dice no a qualsiasi forma di patrimoniale e si propone in generale una riduzione della pressione fiscale per famiglie, imprese e lavoratori autonomi. E ancora, pace fiscale e saldo e stralcio, estensione della flat tax per le partite IVA fino a 100.000 euro di fatturato e abolizione dei micro tributi. Si parla anche di “politiche fiscali ispirate al principio per cui chi più assume, meno paga“.

Politiche del lavoro

Anche la tutela del lavoro è una delle principali questioni inserite nel programma elettorale del centrodestra. Si propone il taglio del cuneo fiscale per imprese e lavoratori, la defiscalizzazione e l’incentivazione del welfare aziendale, il rafforzamento delle politiche attive per il lavoro e dei meccanismo di decontribuzione per lavoro di donne e giovani. Infine il contrasto al lavoro irregolare e la prevenzione sugli infortuni.

Pensioni e reddito di cittadinanza

Il centrodestra, nel suo documento programmatico, propone di sostituire l’attuale reddito di cittadinanza “con misure più efficaci di inclusione sociale e di politiche attive di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro“. Invece, in merito alle pensioni, si parla dell’innalzamento delle pensioni minime e di flessibilità in uscita dal mondo del lavoro per favorire il ricambio generazionale.

Immigrazione

Il tema delle politiche migratorie viene affrontato nel capitolo sulla sicurezza. Nel programma comune si propone infatti il ripristino dei decreti sicurezza, varati da Matteo Salvini. E ancora: “Difesa dei confini nazionali ed europei come richiesto dall’UE con il nuovo Patto per la migrazione e l’asilo, con controllo delle frontiere e blocco degli sbarchi per fermare, in accordo con le autorità del nord Africa, la tratta degli esseri umani; Creazione di hot-spot nei territori extra-europei, gestiti dall’Unione Europea, per valutare le richieste d’asilo; Garantire ai Comuni le risorse necessarie per far fronte alle spese per la gestione e la presa in carico dei minori non accompagnati“.

Scuola e università

Tutti i programmi dei singoli partiti che formano la coalizione di centrodestra si focalizzano sul riportare la meritocrazia al centro del sistema formativo e scolastico. Tra le proposte che si leggono nel programma di cdx, ci sono: un piano per l’eliminazione del precariato, ammodernamento e messa in sicurezza degli istituti scolastici e residenze universitarie, incentivi per i corsi universitari e le professioni STEM, valorizzazione delle scuole tecniche e professionali, favorire il rientro sul territorio italiano di tutti gli italiani altamente specializzati all’estero.

Giovani

Sul tema delle politiche giovanili, il centrodestra è unito nel promuovere lo sport come strumento di integrazione sociale, crescita e promozione di stili di vita sani. I punti nel programma della coalizione di centrodestra, inoltre, toccano anche la reintroduzione del prestito d’onore per gli studenti universitari, l’introduzione di borse di studio universitarie per meriti sportivi, la promozione e il rilancio dell’artigianato, oltre al supporto all’imprenditoria giovanile, con incentivi volti alla creazione di start up.

Sanità e gestione della pandemia di Covid

Per quanto riguarda le politiche sanitarie, si parla di sviluppo della sanità di prossimità e della medicina territoriale e dell’incremento dell’organico di medici e operatori sanitari. Si cita anche la pandemia, proponendo il ripristino delle prestazioni ordinarie e delle procedure di screening e l’aggiornamento dei piani pandemici. Non solo: il contrasto alla pandemia di Covid, si legge nel testo del centrodestra, deve avvenire attraverso la “promozione di comportamenti virtuosi e adeguamenti strutturali – come la ventilazione meccanica controllata e il potenziamento dei trasporti – senza compressione delle libertà individuali“.

Riforme

Tra le riforme più chiacchierate presentate dalla coalizione di centrodestra c’è sicuramente l’elezione diretta del Presidente della Repubblica. Il programma comune di Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, inoltre, tratta anche di altri obiettivi in campo di riforme: valorizzazione degli enti locali, piena attuazione della legge sul federalismo fiscale e Roma Capitale, riforma del processo civile e penale, principio di pari dignità tra Pubblica Amministrazione e cittadino, semplificazione del Codice degli appalti, digitalizzazione, ma anche efficientamento e ammodernamento della Pubblica Amministrazione.

Politica estera

La politica estera è il primissimo tema affrontato nel programma comune del centrodestra. Si parla della tutela dell’interesse nazionale e della patria, del rispetto della alleanze internazionali e degli impegni assunti in seno alla Nato (anche in merito al sostegno all’Ucraina) e della prospettiva di un’Unione europea più politica e meno burocratica.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *