Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’On. Peppino Molinari:

“La notizia della scomparsa di Gerardo Bianco è motivo di grande tristezza.

Bianco ha vissuto da protagonista una lunga storia politica, lo ha fatto con coerenza, passione, intelligenza camminando nel solco di quel cattolicesimo democratico che trovava nel popolarissimo sturziano la sua matrice più originale.

Il suo impegno politico ha sempre avuto al centro il servizio alle nostre comunità, alla vita concreta delle persone, della loro speranza e dei loro interessi.

Va ricordato il suo impegno culturale incessante per un meridionalismo intelligente e modernizzante, la sua vivacità intellettuale, la capacità di dialogare con tutti, la sua umanità e la sua autoironia forte di una ispirazione cristiana autenticamente laico.

Gerardo Bianco era un amico vero e sincero della Basilicata, dei democristiani e di amici a cominciare da tutti gli ex parlamentari di tutte le forze politiche ne aveva tanti che lo hanno sempre stimato ed apprezzato non solo per la sua azione politica ma anche intellettuale da latinista e studioso di Francesco De Santis.

Con lui, uomo dell’Irpinia, abbiamo condiviso la stagione del terremoto, della ricostruzione e la nascita del Partito Popolare quando la Dc si è sciolta.

E’ sempre venuto in Basilicata, seguiva assiduamente e non ha mai fatto mancare da capo gruppo dei parlamentari Dc, da ministro della pubblica istruzione e da parlamentare europeo il proprio sostegno ai lucani ed alla sua classe dirigente democristiana che stimava e voleva bene.

Per me è stato un privilegio essere stato in questi anni anche nella mia esperienza parlamentare, suo amico, dialogare con lui non solo di politica ma anche di storia e di cultura.

Immensamente Grazie e buon viaggio caro Gerry White!”.

a
a

VULTURENEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 466)





Leggi tutto

L’articolo “Non ha mai fatto mancare il suo sostegno ai lucani”. Il ricordo è stato scritto il 2022-12-01 09:13:38 da Rossella ed è stato pubblicato su www.vulturenews.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *