Dopo gli oltre 3 anni di sostegno alla povertà – certo con qualche ammaccatura – il contributo voluto voluto dal Movimento 5 stelle sembra avere ormai le ore contate. Come spesso affermato in campagna elettorale, infatti, il nuovo Governo di Giorgia Meloni ha incalzato nuovamente per l’imminente eliminazione del reddito di cittadinanza dalla vetta delle priorità del Paese; le risorse risparmiate saranno impiegate per altre misure ritenute più congeniali per la società.

Il prossimo Governo verso l’eliminazione del Reddito

Per il momento, pare che il piano del governo di centrodestra sia già stato presentato e illustrato da alcuni tra i più importanti esponenti del gruppo, come Maurizio Leo (consigliere economico per Fratelli d’Italia), Walter Rizzetto e Ignazio La Russa. Tutti hanno reiterato la stessa idea originaria: l’intenzione è quella di suddividere le attuali risorse per il Reddito di Cittadinanza. Separare, cioè, la parte riconosciuta a coloro che non risultano occupabili da quella che invece continuerebbe a spettare a chi non lo è di fatto. 

Suddividere le risorse e le categorie dei beneficiari

Detto in altri termini, chi verrà considerato in grado di lavorare – e quindi di essere occupato – non riceverà più il Reddito, o comunque, per questi, è previsto un impiego differente delle risorse. In tal senso, la manovra del Reddito di Cittadinanza è concepito come un disincentivo per il mondo del lavoro, mentre le risorse le si vorrebbero dirottare verso le aziende ed incrementare così la loro capacità di ingaggio. 

Leggi anche: Francesco Facchinetti contro chi attacca Giorgia Meloni: ‘Prendetevela con il PD, un partito inutile’

Quando verrà eliminato?

Per quanto riguarda le tempistiche, molto probabilmente il governo di centrodestra metterà mano al reddito di cittadinanza già con la legge di Bilancio dell’anno 2023. Tra gli altri ambiti spendibili della risorsa, ricordiamo anche gli urgenti provvedimenti per il contrasto del caro energia, ma anche la rivalutazione delle pensioni. In sintesi: i fondi destinati al Reddito di Cittadinanza saranno probabilmente impiegati anche per fare cassa. 

Usare il reddito per fare cassa..

Uno paio di calcoli grossolani ci portano a considerare il Reddito come una misura dal valore di circa 11 miliardi di euro, risorse che il governo Meloni conta di riutilizzare, come anticipato, per rilanciare il mondo del lavoro e il mercato delle assunzioni in Italia, sotto forma di incentivi per l’assunzione. 





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *