“Sostenere le imprese salvate e poi gestite dai lavoratori. Formula vincente”

0
2 settimane ago


da www.perugiatoday.it

“I rappresentanti dell’Umbria, alla Camera e al Senato, sostengano la nascita e dello sviluppo delle imprese recuperate dai lavoratori in forma cooperativa (Workers BuyOut)”: L’Alleanza delle Cooperative umbre ha offerto questo patto di sviluppo a tutti i candidati e partiti politici -invitati nella sede di Lega Coop – in vista delle elezioni del 25 settembre per il rinnovo del Parlamento e la nascita di un nuovo Governo. Una strategia che in Umbria è stata vincente: fabbriche salvate dai lavoratori dalla chiusura, conservando così occupazione, futuro e sostegno al territorio.

“Queste imprese negli anni della crisi economica – è stato ribadito dal mondo cooperativo umbro che vale 20mila posti di lavoro –  hanno permesso di recuperare importanti realtà produttive della regione e di salvare centinaia di posti di lavoro. Altro focus è stato fatto sulle cooperative di comunità e sulle comunità energetiche promuovendo ed attuando un modello cooperativo di comunità energetica virtuoso e non speculativo”.

L’incontro è stata l’occasione per un confronto sul futuro dell’Umbria, e per presentare ai candidati le priorità individuate dalla cooperazione. Il peso di questo settore è importante essendo la seconda regione in Italia per peso dell’economia cooperativa con 700 cooperative attive,  Per il centrosinistra presenti Francesco de Rebotti e Manuela Pasquino Partito Democratico ed Elisabetta Piccolotti per Sinistra Italiana-Europa Verde. Per la coalizione di centrodestra, invece, presenti Luca Briziarelli della Lega, Raffaele Nevi di Forza Italia e Franco Zaffini di Fratelli d’Italia. Per il terzo polo Carla Casciari e Donatella Porzi di Azione, e per il Movimento 5 Stelle è stato inviato un messaggio di saluto da Emma Pavanelli.

“L’incontro è stato aperto da Dino Ricci, padrone di dimora, che ha esordito con: “noi auspichiamo che il nuovo Parlamento e il nuovo governo si impegnino ad affrontare le emergenze che in questi ultimi mesi stanno venendo avanti per dare risposte concrete ai cittadini e alle imprese tutte, che sono in notevole difficoltà ”.

La cooperazione ha indicato come principali questioni politiche alcuni nodi strutturali: ancora i livelli di diseguaglianze e povertà sono elevati (povertà assoluta» al 9,4%), l’eccessivo debito pubblico da abbattere, la bassa produttività, bassi salari, investimenti insufficienti, una PA ed un sistema giudiziario lenti, un sistema fiscale poco efficiente e redistributivo, un tasso di occupazione inferiore di 10 punti alla media UE nonché una bassa partecipazione al mondo del lavoro dei Giovani e delle Donne può essere sintetizzata in pochi punti estremamente concreti.



Leggi tutto

L’articolo “Sostenere le imprese salvate e poi gestite dai lavoratori. Formula vincente” è stato scritto il 2022-09-22 18:32:19 da ed è stato pubblicato su www.perugiatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.