Indagato 63enne, su auto segni compatibili con incidente


(ANSA) – ANCONA, 25 NOV – La polizia stradale ha ricostruito
la dinamica dell’incidente stradale avvenuto la sera del 19
novembre, quando una donna di 81 anni fu investita a Marzocca di
Senigallia, mentre stava attraversando la SS16 Adriatica con il
cane sotto una nubifragio battente, travolta e trascinata per circa
8 km: il suo corpo era stato trovato sul ciglio della strada. Il
responsabile è un 63enne residente nella provincia di Ancona:
era alla guida di un Suv di piccole dimensioni diretto a
Senigallia. L’uomo non si sarebbe avveduto della presenza
dell’anziana, Sigrid Tschope, tedesca ma da anni residente a
Marzocca, e del cane. L’animale era stato poco prima investito
dal conducente di un altro veicolo, un furgone, che si era
subito fermato per prestare soccorso. Le indagini, svolte senza
soluzione di continuità sin da subito, sotto il coordinamento
della Procura di Ancona, hanno consentito di risalire al
percorso effettuato dal responsabile dell’investimento e a
capire il modello di auto utilizzata. Il 63enne è stato
rintracciato nella mattinata del 21 novembre dalla Polizia
Stradale. I segni rinvenuti sull’auto, dalle prime ed immediate
evidenze, sono del tutto compatibili con le tracce
dell’incidente rilevato. La posizione dell’uomo, attualmente
indagato per il reato di omicidio stradale con fuga ed omissione
di soccorso, è al vaglio dell’Autorità Giudiziaria di Ancona che
ha già avviato gli accertamenti previsti: e nei giorni scorsi è
stata effettuata l’autopsia sul corpo della vittima. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA