30.10.2022 – 12:40 – Giro di vite del Governo per quanto concerne i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza da destinare al colosso finlandese Wartsila inizialmente concessi per sostenere progetti di ricerca e sviluppo per la realizzazione di motori con carburanti meno inquinanti negli stabilimenti italiani. Dopo aver aperto la procedura di licenziamento collettiva per 451 lavoratori dello stabilimento di Trieste, poi annullata dal tribunale del lavoro con una sentenza, i 34 milioni richiesti andranno altrove. A deciderlo, l’uscente capo del Ministero dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti il quale ha dichiarato che questa sua scelta è “un atto coerente con le decisioni improvvise della società”. Secondo fonti ministeriali, ci sarebbe ancora uno spiraglio per il gruppo finlandese: spetterà al nuovo ministro Adolfo Urso occuparsene. C’è grande soddisfazione da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, e lo sono anche i rappresentanti delle sigle sindacali i quali, tuttavia, hanno sottolineato che senza quei finanziamenti, si rischia ora lo stop agli investimenti anche nei reparti dello stabilimento che non erano stati toccati dai licenziamenti annunciati lo scorso luglio. Nel frattempo, sono già decine i dipendenti dello stabilimento di Bagnoli della Rosandra che hanno già lasciato l’azienda per lavorarei in altre realtà produttive del territorio.





Leggi tutto

L’articolo Trieste, Crisi Wartsila, il MISE congela 36 milioni di finanziamenti PNRR è stato scritto il 2022-10-30 11:49:49 da Gabriele Turco ed è stato pubblicato su www.triesteallnews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *