A Parma dal 23 al 24 marzo tornano le Giornate FAI di primavera

0

[ad_1]

Stamattina è stato presentato il programma che sabato 23 e domenica 24 marzo proporrà la nuova edizione delle Giornate FAI di Primavera a Parma. Torna il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese: 750 luoghi in 400 città saranno visitabili a contributo libero, grazie ai volontari di 350 delegazioni e Gruppi FAI attivi in tutte le regioni. 

Le Giornate FAI di Primavera si confermano nella loro trentaduesima edizione uno degli eventi più importanti e significativi per conoscere il patrimonio culturale e paesaggistico italiano. Un’esclusiva opportunità di scoprire un’Italia meno nota, di luoghi solitamente inaccessibili, dalle grandi città ai borghi, da veri e propri monumenti a luoghi curiosi e inediti, che tuttavia ugualmente raccontano la cultura millenaria, ricchissima e multiforme del nostro Paese. Un modo per contribuire alla tutela e alla valorizzazione di questo patrimonio, che va innanzitutto conosciuto, frequentato, e prima ancora, raccontato. È questa la missione del FAI: “curare il patrimonio raccontandolo”, a cominciare dai suoi 72 Beni aperti al pubblico durante l’anno, ma ampliando e arricchendo questo racconto proprio in occasione delle Giornate FAI di Primavera, quando 750 luoghi saranno aperti in tutta Italia grazie a migliaia di delegati e volontari del FAI e agli Apprendisti Ciceroni, giovani studenti appositamente formati per raccontare le meraviglie del loro territorio.

“Le giornate Fai celebrano la bellezza italiana chiamando le persone a conoscerla” ha sottolineato il Vice Sindaco e Assessore alla Cultura Lorenzo Lavagetto “con una formula che si è consolidata dal 1992. Per Parma questa iniziativa spesso è stata condivisa con I like Parma, il prossimo weekend confermerà un modo di pensare alle bellezze che abbiamo sottolineando quando il nostro territorio possa e debba ancora farle scoprirle ed apprezzarle”. “Grazie ad una grande organizzazione apriamo quattro luoghi straordinari e simbolici. Simboli di cura, di bellezza, di riflessione ed un viaggio nel tempo in una delle più belle Rocche al mondo a Soragna nella straordinaria dimora del Principe di Meli Lupi” ha annunciato Giovanni Fracasso Capo Delegazione FAI di Parma. Stefano Andreoli Amministratore Unico Asp (ente che ha concesso l’apertura della Chiesa di San Tiburzio e dell’antica Farmacia)  e Chiara Boschi Bedogni Rapporti Scuole Delegazione Fai hanno ricordato come l’iniziativa si strutturi esclusivamente grazie all’attività di volontari che presidiano ed illustrano i luoghi aperti, ma “anche delle scuole che hanno aderito con molto entusiasmo all’iniziativa, in particolare la Chiesa di San Marcellino con l’opera di Parmiggiani vedrà impegnati studenti del Liceo Classico G.B. Romagnosi e in San Tiburzio e in San Filippo Neri ragazzi e ragazze con la formazione scientifica e tecnologica del Liceo  Steam International Adriano Olivetti”.

Le Giornate del FAI offrono un racconto unico e originale dei beni culturali italiani, che risiede nella loro Storia intrecciata con la Natura, nei monumenti e nei paesaggi, nel patrimonio materiale e immateriale, e nelle tante storie che questi possono raccontare, che insegnano, ispirano e talvolta anche commuovono. Un racconto corale e concreto che si fonda sulla partecipazione di centinaia di istituzioni, associazioni, enti pubblici e privati che in numero sempre maggiore vi collaborano grazie a una vasta e capillare rete territoriale con un unico obiettivo: conoscere e riconoscere il valore del patrimonio italiano per tutelarlo con il contributo di tutti, perché appartiene a tutti.

Le parole del Presidente del Fondo per l’Ambiente Italiano Marco Magnifico in occasione della XXXII edizione delle Giornate FAI di Primavera: “Raccontare il patrimonio culturale per educare la collettività a proteggerlo e a prendersene cura: da questa necessità nacquero nel 1992 le Giornate FAI di Primavera dando vita, e poi corpo, e poi forza ad una impressionante struttura di volontariato – le Delegazioni del FAI -, che con entusiasmo e pervicacia eccezionali in questi trentadue anni hanno aperto al pubblico 15.540 luoghi dimenticati o difficilmente visitabili raccontandoli, appunto, con semplicità e passione a ben 12 milioni e 515.000 di cittadini. Ai benefici di questo raccontare se ne è ora aggiunto un altro: quello della fisicità e del ruolo che essa ha per un vero apprendimento.”

Si ringrazia per la collaborazione la Commissione europea, da anni partner delle Giornate FAI attraverso l’Ufficio di Rappresentanza in Italia.  

Le Giornate FAI di Primavera 2024 hanno ricevuto la Targa del Presidente della Repubblica e si svolgono con il Patrocinio del Ministero della cultura, del Ministro per la Protezione Civile e le Politiche del Mare, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane. Si ringraziano la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, da tempo al nostro fianco con i suoi volontari e il Ministero della Difesa, lo Stato Maggiore della Difesa e le Forze armate che durante le Giornate FAI di Primavera concedono l’apertura di alcuni loro luoghi simbolo. Un grazie sentito anche al Fondo  Edifici di Culto per averci concesso l’apertura di alcune chiese di sua proprietà. Un ringraziamento per il generoso sostegno alla buona riuscita della manifestazione all’Arma dei Carabinieri per il contributo alla sicurezza dell’evento e un grazie particolare alla Croce Rossa Italiana per la partnership consolidata.

APERTURE E ORARI a PARMA e PROVINCIA 

 

CHIESA DI SAN MARCELLINO

 GIORNI ED ORARI DELLE APERTURE 

 – SABATO 23 Marzo orari 10.00-13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

 – DOMENICA 24 Marzo orari 10.00 -13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

 Gruppi da 15 persone

 DURATA DELLA VISITA IN MINUTI: 20-25 minuti

 APERTURA A CURA DI APPRENDISTI CICERONI del Liceo Classico e Linguistico “Gian Domenico Romagnosi” di Parma.

 *************

VILLA MALENCHINI 

 GIORNI ED ORARI DELLE APERTURE

 – SABATO 23 Marzo orari 9.30-13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

 – DOMENICA 24 Marzo orari 9.30 -13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

 Gruppi da 25-30 persone

 DURATA DELLA VISITA IN MINUTI: 40 minuti

 Apertura a cura dei Volontari FAI in collaborazione con gli Amici del Parco di Villa Malenchini

 **************

 ANTICA FARMACIA SAN FILIPPO NERI e CHIESA DI SAN TIBURZIO

GIORNI ED ORARI DELLE APERTURE

– SABATO 23 Marzo orari 9.30-13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

– DOMENICA 24 Marzo orari 9.30 -13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

Gruppi da 20 persone

DURATA DELLA VISITA IN MINUTI: 40 minuti

Apertura a cura degli APPRENDISTI CICERONI del Liceo Steam International Olivetti di Parma

*************

ROCCA MELI LUPI DI SORAGNA

GIORNO ED ORARI DELL’APERTURA:

– DOMENICA 24 Marzo orari 9.00 -13.00 – 14.30 -18.30 (ultima visita alle 18.00)

Gruppi da 25 persone

DURATA DELLA VISITA IN MINUTI: 40 minuti

Apertura a cura dei volontari FAI

[ad_2]
Leggi tutto l’articolo A Parma dal 23 al 24 marzo tornano le Giornate FAI di primavera
www.parmatoday.it è stato pubblicato il 2024-03-16 16:44:05 da

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More