Albenga, cattedrale gremita per l’ultimo saluto a mons. Mario Ruffino: “Ha lasciato una traccia profonda nella comunità”

0


Albenga. Cattedrale di San Michele gremita per l’ultimo saluto a mons. Mario Ruffino, scomparso nella notte di giovedì nella sua abitazione, aveva 82 anni.

Grande il vuoto che ha lasciato il sacerdote nei fedeli e nella Diocesi di Albenga-Imperia, dove era tanto amato e stimato. Tra i tanti partecipanti ai funerali di questa mattina, anche tanti bambini e giovani del coro della Baracca, che ha accolto la salma in cattedrale. Presenti anche i sindaci di Albenga Riccardo Tomatis e di Imperia Claudio Scajola.

Ad officiare la santa messa il vescovo Guglielmo Borghetti con l’intero corpo sacerdotale della Diocesi e con il vescovo emerito Mario Oliveri e il vescovo di Ventimiglia-Sanremo Antonio Suetta.

Oggi don Mario riceve un grande abbraccio dalla sua chiesa, dai sacerdoti, dal vescovi e dai tanti ragazzi che lo hanno stimato – ha detto il vescovo Borghetti nella sua omelia -. Sono convinto che ciascuno di noi è inviato da Dio per una piccola grande missione. Oggi la fede della chiesa da buona madre lo accompagna. Moriamo per essere dove lui, Dio, ci attende là nel posto che lui ha preparato per noi”.

Don Mario lascia una traccia profonda nel tessuto ecclesiale della nostra diocesi, in uomini, donne e laici che ne hanno beneficiato. È stato un educatore e la Baracca gli aveva rubato il cuore. Tutto ha fatto da ‘baraccato’, da uomo normale ma con tanta passione, fede e bontà. Ha amato e servito e collaborato con quattro vescovi con rispetto e pazienza”, ha concluso il vescovo.





Source link

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More