Albenga, in consiglio bilancio e Dup: “Più aiuti alla persona e investimenti su scuole, asfalti e telecamere”

0

[ad_1]

Albenga. È andata in scena nella serata di ieri, una nuova seduta del consiglio comunale di Albenga, iniziata nel segno delle mozioni (tutte bocciate) e delle polemiche tra maggioranza e minoranza, in assenza però, almeno inizialmente, del sindaco Riccardo Tomatis, rimasto a seguire e mediare nella trattativa privata tra le parti scaturita dalla protesta di tre operai saliti su una gru per protestare in merito ad alcuni mancati pagamenti. 

Sicuramente i temi più importanti del consiglio sono stati rappresentati dai punti 7, 8 e 9 relativi all’assestamento di bilancio, al programma triennale delle opere pubbliche e al Dup (Documento Unico di Programmazione) 2024/2026, tutti approvati dalla maggioranza nonostante il voto contrario della minoranza e l’astensione del consigliere Minucci. 

BILANCIO E DUP

A relazionare sul tema è stato l’assessore al bilancio Silvia Pelosi: “Si tratta dell’approvazione dell’assestamento generale del Bilancio di previsione e del Documento Unico di Programmazione (DUP) per il triennio 2023/2025 e i relativi atti allegati. La variazione di assestamento generale comprende la verifica di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva ed il Fondo Crediti Dubbia Esigibilità, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio del Bilancio. Si tratta di un passaggio fondamentale che fanno assessori e dirigenti al fine di effettuare tutte quelle modifiche dettate da necessità ed esigenze per addivenire al pareggio di bilancio”.

“Tra le voci che mi preme sottolineare vi è innanzitutto la destinazione di 380 mila euro di avanzo libero per il rifacimento dei piani viari. Questa amministrazione, nel corso degli anni, ha puntato molto su questo punto investendo per il rifacimento di marciapiedi e la riasfaltatura di diverse vie. Ricordo il Piano Asfalti da un milione e mezzo di euro, ma anche interventi importanti come via Papa Giovanni e via Trieste e molto altro. Siccome le necessità sono molte in un territorio ampio e complesso come il nostro abbiamo deciso di continuare ad investire su questo tema destinando, per l’appunto, ulteriori risorse”, ha proseguito.

“Importante, inoltre la variazione prevista per le esigenze legate ai servizi sociali. Abbiamo dovuto aumentare la voce relativa all’assistenza dei minori in comunità di 70 mila euro. Questo perché i minori aumentano anche per l’aumento degli sbarchi (i dati del Ministero dell’Interno parlano chiaro: nel 2021 al 30 di giugno – 27.474 sbarchi, nel 2022 al 30 di giugno – 37.874, nel 2023 al 30 di giugno siamo già arrivati a 87.487 arrivi) questo è frutto di una politica insensata basata su slogan urlati nel momento in cui chi attualmente ci governa era all’opposizione, ma che invece evidentemente non sono serviti a niente e ad oggi la politica applicata è assolutamente inadeguata a un fenomeno sociale come quello delle migrazioni. Sempre sul sociale abbiamo assegnato 60 mila euro ad Arte per la ristrutturazione di alloggi assegnati a meno abbienti. Purtroppo un altro problema è, infatti, quello del diritto all’abitazione”.

“Abbiamo investito nuove risorse inoltre sulla sicurezza, in particolare 15 mila euro sulla videosorveglianza a Leca. Per quel che riguarda il Piano Triennale delle Opere pubbliche la principale voce è quella relativa all’adeguamento della scuola del Carenda dove sarà temporaneamente spostato il Nido d’Infanzia (mentre si effettueranno i lavori di adeguamento del Nido R. Di Ferro intervento da 1 milione e 400 mila euro)”, ha concluso Pelosi.

Il commento dell’assessore Marta Gaia: “Con l’assestamento abbiamo aumentato gli aiuti alla persona di 40mila euro più 16mila di ticket perché c’è una situazione socioeconomica difficile. Il Governo ha tolto i fondi per affitti e morosità incolpevoli. È arrivata con il Governo Meloni la carta solidale che prevede un contributo di 380 euro annui per la spesa alle persone con Isee sotto 15 mila euro e senza altri benefici e ad Albenga ne hanno avuto accesso 403 nuclei famigliari. La situazione è complessa e abbiamo aumentato di 56mila euro gli aiuti alla persona perché i Comuni sono da soli in prima fila ad aiutare le persone. L’aiuto agli affitti era un contributo fondamentale, è stato tolto e abbiamo implementato per dare risposte ai cittadini. Abbiamo poi stanziato 60 mila euro per sistemare alcune case Arte di Albenga per far fronte alla situazione di continua emergenza abitativa. Ancora una volta il Comune cerca di intervenire per porre rimedio a situazioni difficili e andare incontro ai cittadini”.

AFFIDAMENTO A TPL DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO

Altro punto chiave, il numero 11, relativo a “Affidamento in house alla società Tpl Linea s.r.l. del servizio di trasporto scolastico (scuolabus) per il periodo settembre 2023 – agosto 2026 (anni scolastici 2023/2024, 2024/2025 e 2025/2026)”. 

Il servizio scuolabus è stato affidato a Tpl “con un notevole risparmio per l’ente e un miglioramento e ampliamento del servizio dato dal reimpiego del personale comunale per altri servizi in particolare per il trasporto di disabili”.

“Con questo affidamento in house riusciremo a dare un servizio migliore, – ha spiegato l’assessore Gaia. – Tpl ci fornirà 3 autisti e acquisirà i 2 scuolabus del Comune, noi terremo quello più nuovo recentemente acquistato, il tutto con un costo vantaggioso per l’Ente. I dipendenti comunali continueranno ovviamente a lavorare per il Comune ed andranno ad implementare il servizio di trasporto disabili e scuolabus. Come sapete, infatti, hanno la precedenza ad accedere al servizio scuolabus coloro che vivono a 1 km dalla scuola, ma ogni anno le richieste sono molto più alte e qualcuno, purtroppo, rimane fuori. Le richieste di adesione allo scuolabus si chiudono il 31 luglio e, una volta scaduti i termini, le domande saranno valutate e cercheremo di dare il servizio ad ancora più persone e implementare il trasporto disabili”.

In questo caso si è registrato il voto favorevole della maggioranza e del consigliere Minucci, quello contrario della minoranza e l’astensione del consigliere Calleri. 

LE MOZIONI – TERRENO DI SCONTRO TRA MAGGIORANZA E MINORANZA

Scontri accesi, infine, sulle mozioni presentate dalla minoranza e bocciate però in toto dalla maggioranza, con conseguenti ed aspre polemiche, come detto inizialmente. Eccole di seguito. 

Mozione a firma dei consiglieri Eraldo Ciangherotti, Cristina Porro, Gerolamo Calleri e Diego Distilo ad oggetto: “Riqualificazione dell’area dell’ex fabbrica Testa e ricerca di investitori solidi”.

I consiglieri hanno chiesto al sindaco di “avviare una ricerca attiva di investitori solidi per la riqualificazione dell’area dell’ex fabbrica Testa, di valutare la realizzazione di un autoporto per camion provenienti dall’autostrada e di attivarsi per la pulizia e messa in sicurezza delle aree attualmente abbandonate”.

Afferma il vicesindaco Alberto Passino dopo aver fatto un excursus in merito alla proprietà delle aree che non sono comunali: “Sicuramente, se ci sono criticità interverremo su quelle, ma il Comune non può intervenire in trattative e aree private. Sappiamo che vi sono imprenditori che sono stati interessati alla zona”.

Aggiunge il consigliere comunale Raiko Radiuk: “Il Comune non è una agenzia immobiliare, ma, e questo è una dato di fatto, ha sempre cercato, se possibile, di favorire imprenditori privati interessati ad intervenire sul nostro territorio, in particolare su immobili in abbandono da anni, pensiamo ad esempio agli ex cantieri navali e l’ex spiaggia militare a Vadino. Detto questo ci sono investitori privati interessati alle aree. Il progetto originale prevedeva aree immobiliari e aree verdi da realizzare. Credo che sicuramente avrebbe fatto piacere ai cittadini residenti nella zona, ma non solo una riqualificazione della zona che potesse andare in questa direzione. Mettere un autoporto in quella zona – che nei progetti dovrà essere completamente riqualificata – non credo sia una buona idea. Ad ogni modo sicuramente apriremo le porte ad eventuali imprenditori interessati, così come abbiamo sempre fatto per la valorizzazione di un’area che è particolarmente importante e strategica”.

Voto favorevole della minoranza e contrario della maggioranza, con astensione del consigliere Minucci.  

Mozione a firma dei consiglieri Eraldo Ciangherotti, Cristina Porro, Gerolamo Calleri e Diego Distilo ad oggetto: “Proposta di modifica delle modalità di pulizia periodica delle strade ad Albenga”. 

La minoranza ha proposto “di effettuare il lavaggio strade senza far togliere le automobili parcheggiate dato che alcuni cittadini sono stati multati per aver dimenticato l’auto in divieto di sosta durante l’orario di pulizia per un periodo di prova di due mesi”.

La risposta dell’assessore Gianni Pollio: “Abbiamo già iniziato una sperimentazione di questo tipo in via degli Orti. Questa decisione è stata presa per la presenza di due importanti cantieri nella zona, quello di via Trieste e quello sul Lungocenta Croce Bianca. Siccome, infatti, per la presenza di detti cantieri sono attualmente interdetti alcuni parcheggi, come amministrazione abbiamo deciso di provvedere alla pulizia strada di via degli Orti senza richiedere lo spostamento delle auto. Terminata questa prova potremo eventualmente valutare, insieme a Sat, la possibilità e l’efficacia di questo metodo. La mozione è, pertanto, superata. Preciso inoltre che la ditta del verde pubblico e la Sat già attualmente coordinano i propri interventi al fine di arrecare meno disagi possibili ai cittadini. Lo sfalcio viene già fatto nei giorni della pulizia strade quando possibile”.

Aggiunge il consigliere Giorgio Cangiano: “Mi stupisce l’atteggiamento della minoranza sul punto data anche l’apertura dell’assessore Pollio che ha spiegato come tale possibilità è già stata presa in considerazione. Ovviamente si dovrà valutare, insieme a Sat, la possibilità di effettuare eventualmente tale servizio senza un aumento dei costi e la sua efficacia. Dire che il Comune fa cassa con le multe per il lavaggio strade è assolutamente falso”.

L’assessore Mauro Vannucci precisa: “Credo che questa mozione sia di una illogicità assoluta. È dettata probabilmente dall’unica volontà di accontentare qualcuno che, magari ha preso qualche multa e vi ha chiesto di presentare questa mozione, altrimenti non si spiega. Pensiamo a strade come viale Martiri e viale Italia nel periodo autunnale. Secondo voi sarebbe possibile pulirle in maniera efficace e eliminare le foglie con la presenza delle auto? Il personale Sat pur con soffiatori non farebbe altro che spostare le foglie sporcare le auto e non riuscirebbe in ogni caso a fare uscire tutte le foglie da sotto le auto”.

Il consigliere Munì: “Questo è l’ennesimo tentativo della minoranza di tutelare chi non rispetta le regole e le norme piuttosto che promuoverne il rispetto. Credo sia vergognoso, come è vergognoso l’ennesimo attacco all’operato della polizia locale da parte di una destra che invece dovrebbe incentivare il rispetto delle regole, ma evidentemente ad Albenga non è così”.

Voto favorevole della minoranza e contrario della maggioranza e del consigliere Minucci.  

Mozione a firma del Consigliere Eraldo Ciangherotti, ad oggetto: “Ripristino e riqualificazione del cimitero di Salea”. La minoranza ha chiesto “il ripristino della strada di accesso al cimitero di Salea”.

A rispondere è Ilaria Calleri, consigliere delegato alla frazione di Salea: “Mi dispiace che una situazione complessa sia affrontata in maniera semplicistica dalla minoranza che si permette di dire che non ascoltiamo le richieste dei cittadini. Sono già stati fatti lavori diversi nella strada del cimitero di Salea anche per l’incanalamento delle acque, purtroppo non sono stati risolutivi al 100% e gli uffici stanno valutando come intervenire in maniera efficace prima di poter procedere a riassaltare la strada. Sicuramente questa amministrazione ha sempre prestato la massima attenzione alla situazione dei cimiteri e alla loro manutenzione anche grazie all’impegno del consigliere Secco e alla frazione di Salea dove si è intervenuti con riasfaltatura di tre importanti strade”. 

Aggiunge e precisa il vicesindaco Passino: “Una cosa importante che la minoranza non ha sottolineato ma mi preme di dire è che per quel che riguarda Salea è prevista la riasfaltatura di alcuni loculi ed ossari. Si tratta di un piccolo numero (8 loculi e 12 ossari), ma che andrà a dare una risposta alle richieste dei cittadini della frazione”.

Voto favorevole della minoranza e contrario della maggioranza.

La replica della minoranza, con una nota congiunta: “Esprimiamo profondo dissenso per il voto contrario. La mozione della minoranza mirava a porre attenzione e urgenza sulla strada di accesso all’area sono in condizioni precarie con un manto stradale completamente dissestato, così come la pavimentazione del cimitero stesso, una questione fondamentale per i cittadini e le famiglie residenti che desiderano visitare i loro cari defunti in pace e serenità. L’intervento scritto a casa e poi letto ieri sera in consiglio comunale da Ilaria Calleri, con il solo plauso dell’assessore al sociale Marta Gaia, ha dimostrato un’assenza totale di sensibilità verso le necessità e i sentimenti dei cittadini residenti di Salea“.

“La consuetudine costante di questa amministrazione di votare ogni volta contro le mozioni della minoranza, spesso con il sostegno del consigliere Riccardo Minucci è un segnale preoccupante riguardo alle priorità di chi è ancora per pochi mesi al governo di Albenga. Questo voto sembra suggerire che i nostri defunti e le loro famiglie non siano una priorità per l’ente, lasciando un’amara impressione di abbandono e indifferenza verso una questione che tocca profondamente il cuore dei cittadini. Per loro, probabilmente, non è poi così assurdo farsi male a visitare le tombe dei propri cari”.

I consiglieri comunali capigruppo di minoranza hanno sottolineato ancora che “l’allocazione di risorse economiche di bilancio comunale dovrebbe essere equilibrata e riflettere le esigenze reali di tutti i cittadini della comunità. Pur di realizzare una pista ciclabile, non si può ignorare la necessità di preservare e migliorare le altre infrastrutture che consentono un accesso dignitoso e sicuro ai luoghi di sepoltura. La mancanza di fondi non può essere un pretesto per trascurare queste importanti necessità. Invitiamo l’amministrazione a riflettere sulla decisione presa e a riconsiderare la propria posizione. Chiediamo, inoltre, un impegno concreto nel porre rimedio a questa situazione, assicurando che i necessari lavori di sistemazione siano avviati quanto prima per risolvere la problematica”.

LE MOZIONI – RINVIATE AL PROSSIMO CONSIGLIO

Rinviate, per mancanza di tempo utile, al prossimo consiglio comunale altre due mozioni a firma del consigliere Calleri: “Mozione preparare gli studenti delle scuole ingaune ad essere degli ambasciatori dei nostri beni culturali”; “Installazione colonnine di ricarica auto elettriche ed e-bike sul territorio di Albenga”.



[ad_2]

Source link

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More