Ammalianti “Variazioni Goldberg” per StradivariFestival

0

[ad_1]

Un violino Stradivari, una viola Storioni e un violoncello Bergonzi: tre pregevoli strumenti storici per altrettanti egregi musicisti, in scena sabato sera nell’Auditorium G. Arvedi di Cremona. È il concerto sulle ‘Variazioni Goldberg’ di J. S. Bach proposto nella rassegna “STRADIVARIfestival” organizzata da Museo del Violino e Unomedia con il sostegno della Fondazione Arvedi Buschini e la direzione artistica di Roberto Codazzi, che nel terzo weekend di musica ha portato in scena Julian Rachlin al violino, Sarah McElravy alla viola e Boris Andrianov al violoncello.

Nessun cembalo o pianoforte in sala dunque, nonostante delle Variazioni siano celebri soprattutto per incisioni come quella di Glenn Gould nel 1955 al Columbia 30th Street Studio di New York che diventò leggendaria; stavolta si è deciso di eseguire le ammalianti pagine bachiane nella trascrizione per trio d’archi curata da Dmitry…

[ad_2]
Leggi tutto l’articolo Ammalianti “Variazioni Goldberg” per StradivariFestival
www.cremonaoggi.it è stato pubblicato il 2023-10-22 12:33:29 da Giuliana

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More