Bari, faida al San Paolo: mamma e sorella Vavalle «Non punibili per aver aiutato la famiglia»

0

[ad_1]

BARI – La mamma e la sorella dei fratelli Vavalle del quartiere San Paolo non sono punibili per aver aiutato i due ragazzi la sera del pestaggio a un rivale del clan mafioso Strisciuglio, pulendo il sangue dall’asfalto e agevolando la loro fuga. Il gup del Tribunale di Bari Giuseppe Ronzino ha assolto Giovanna Caricola e la figlia Vita Maria Vavalle (assistite dall’avvocato Nicola Quaranta) dopo aver riqualificato il reato di concorso in lesioni in favoreggiamento personale con esclusione dell’aggravante mafiosa: trattandosi di famigliari dei presunti autori materiali del pestaggio, le loro condotte non sono punibili.

La vicenda risale al 22 agosto 2022. Quella sera il pregiudicato 35enne Domenico Franco fu pestato a sangue, colpito in faccia con un tirapugni e ferito ad una gamba da un proiettile esploso a bruciapelo. Scenario dell’aggressione il seminterrato del bar «Gran Caffè» in via delle Regione, al quartiere San Paolo, gestito dalla famiglia Vavalle. La vittima, a quel punto, sanguinante e zoppicante, dopo aver minacciato vendetta, si sarebbe allontanata a piedi per poi farsi accompagnare in ospedale da un automobilista che passava di lì.

Per il pestaggio erano finiti alla sbarra in cinque: i due fratelli Giuseppe e Francesco Vavalle, un minorenne ritenuto loro complice, la mamma e la sorella dei Vavalle, accusate le due donne di aver ripulito la scena del delitto dal sangue della vittima. Il fratello più grande, Giuseppe, reo confesso, è stato processato con rito abbreviato ed è stato condannato in primo grado per lesioni aggravate a 4 anni e 8 mesi di reclusione. Il minorenne è stato giudicato dai magistrati minorili e le due donne sono state ora assolte in un altro processo celebrato con il rito abbreviato. Per il fratello piccolo, Francesco, l’unico a dibattimento, il 21 aprile si discuterà la causa.



[ad_2]
Leggi tutto l’articolo Bari, faida al San Paolo: mamma e sorella Vavalle «Non punibili per aver aiutato la famiglia»
www.lagazzettadelmezzogiorno.it è stato pubblicato il 2024-03-16 09:57:06 da

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More