Bonus 100 euro in busta paga confermato per il 2024, ecco a chi spe…

0



Bonus 100 euro in busta paga confermato per il 2024, scopri a chi spetta l’ex bonus Renzi.

Il trattamento integrativo, noto come bonus 100 euro in busta paga o ex bonus Renzi, è stato confermato per il 2024. I limiti di reddito per accedervi rimangono invariati, nonostante le modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2024 alla modalità di calcolo delle detrazioni.

Impatto sui lavoratori dipendenti e pensionati

La manovra introduce l’unificazione dei primi due scaglioni di reddito ai fini Irpef e l’equiparazione delle detrazioni per lavoratori dipendenti e pensionati. Di conseguenza, le detrazioni da lavoro per i dipendenti aumentano da 1.880 euro a 1.955 euro, allineandosi a quelle previste per i pensionati.

Nuove regole di calcolo e effetto sulla no tax area

I lavoratori dipendenti con un reddito annuo fino a 15.000 euro, che ricevono il trattamento integrativo pieno, continueranno a beneficiare del bonus 100 euro, per un totale di 1.200 euro annui, a condizione che l’imposta lorda sia maggiore delle detrazioni spettanti, dalle quali va sottratto un importo di 75 euro.

Questa modifica è stata necessaria per bilanciare l’aumento delle detrazioni da lavoro dipendente, che ha portato la no tax area a 8.500 euro. Detraendo 75 euro dalle detrazioni del 2024 (1.955 euro), si assicura il mantenimento del bonus di 100 euro per coloro con un reddito superiore a 8.174 euro e fino a 15.000 euro, preservando la platea dei beneficiari dell’ex bonus Renzi.

Il nuovo calcolo per l’accesso al trattamento integrativo riporta la soglia delle detrazioni ai livelli attuali, confermando le regole di fruizione già esistenti.

Estensione del bonus 100 euro a ulteriori fasce di reddito

È importante ricordare che il bonus 100 euro è esteso anche ai lavoratori con redditi tra 15.000 euro e 28.000 euro, purché le detrazioni superino l’imposta lorda dovuta. Per questi lavoratori, l’importo del bonus è calcolato come differenza tra le detrazioni e l’imposta lorda, con un limite massimo di 1.200 euro annui.

Quando viene erogato il bonus di 100 euro?

Il bonus di 100 euro viene distribuito ogni mese nel corso dell’anno dal datore di lavoro o dal sostituto d’imposta, che anticipa questi pagamenti per conto dello Stato.

Chi ha diritto al bonus di 100 euro in busta paga?

Sono esclusi da questo beneficio i contribuenti incapienti, ovvero coloro con un reddito imponibile lordo che si colloca nella no tax area, e coloro che non beneficiano delle detrazioni in quanto l’imposta lorda a loro applicabile non è sufficientemente alta.

Non hanno diritto al bonus anche i pensionati, i titolari di redditi professionali e tutti coloro che possiedono una partita IVA, sia come lavoratori autonomi che come titolari di impresa.


Leggi tutto l’articolo Bonus 100 euro in busta paga confermato per il 2024, ecco a chi spe…
gazzettadelsud.it è stato pubblicato il 2024-03-02 06:13:45 da

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More