Consiglio comunale, gli interventi di consiglieri di maggioranza e opposizione  – Imperianews.it

0

[ad_1]

L’intervento della consigliera Daniela Bozzano: “Voglio portare un contributo per far chiarezza sui rapporti che dovrebbero esistere a livello amministrativo tra sindaco e comandante della polizia, rapporto che si deve basare sulla legge, su una netta distinzione di ruoli, un ruolo politico quello del sindaco con possibilità di emanare direttive e uno tecnico quello del comandante che attraverso ordini ai propri agenti mette in pratica le direttive ricevute.

Il sindaco nell’esercizio delle sue funzioni non può dare ordini alla polizia locale né direttamente né indirettamente tanto più quando sta agendo su delega o conto dell’autorità giudiziaria. La direttiva del sindaco deve essere di carattere generale, ad esempio se si esorta la polizia a maggiori controlli sul commercio abusivo ambulante, poi come mettere in pratica la direttiva, questo spetta al comandante. Concludo esprimendo vicinanza e solidarietà al corpo di polizia locale di Imperia travolto suo malgrado da questi eventi”.

L’intervento del consigliere Ivan Bracco: “Il sindaco rappresenta lo Stato e i fatti che abbiamo letto sui giornali, supportati dalle dichiarazioni del sindaco fanno emergere un comportamento che un pubblico amministratore non dovrebbe tenere, lo prevede la costituzione. Abbiamo sentito che ha aiutato una povera persona, ha omesso che stava occupando un’area che serviva per terminare la pista ciclopedonale, che si avvicinavano le elezioni c’era fretta di proseguire, allora viene in qualche modo, il signore, stimolato a trovare un’altra area per la sua attività.

Ho parlato con gli uffici che mi hanno dato queste notizie, il signore si informa se si può costruire in quell’area: si scopre che al massimo si può costruire una tensostruttura per sei mesi. Questo è quello che c’è stato riferito dal dirigete, la persona costruisce un basamento di cemento, a seguito di segnalazioni degli abitanti, la polizia fa controlli. Se il sindaco tratta il comandante dei vigili in  questi modi legittima i cittadini a poter mandare a ca…e i vigli.

Io vorrei che questo non fosse vero, il sindaco rappresenta lo Stato se non se ne parla in consiglio dove ne parliamo. L’atteggiamento avuto dal sindaco, anche le pressioni fatte sui dirigenti non è normale. Io mi auguro che il procedimento penale finisca con archiviazione del sindaco. Il vittimismo che il sindaco sta facendo in città scaricando i suoi errori sopra di noi, questa vicenda ha riportato Imperia alle cronache nazionali, per questo spero venga conclusa positivamente per ridare alla città di Imperia un’immagine diversa, trasparente che ora non ha.

È inammissibile che si rivolga cosi si suoi dirigenti come abbiamo appreso sui giornali. Io spero che per una volta il sindaco in qualche modo chieda scusa alla città, maggioranza e opposizione”.

L’intervento di Antonello Motosso: “Devo dire che sta sera provo quasi vergogna, stiamo dando dimostrazione di un consiglio comunale poco maturo, stiamo dando un immagine alla città non consona. Ritengo che ci siano persone molto intelligenti, vorrei rassicurare la consigliera Modaffari sul clima avvelenato, dopo stasera sarà ancora più avvelenato. Lavoriamo seriamente, con il sindaco, persona da rispettare.

Noi abbiamo un sindaco che ha dato alla città grandi opportunità. Noi chiediamo un’opposizione costruttiva, mi sembra che sia distruttiva, che vada al di là del ruolo di coloro che non hanno vinto le elezioni. Qui dentro si lavora, non si urla, si cercano soluzioni, si affrontano problemi, si rende nota la città del lavoro senza perder tempo, sfruttando occasioni date dal calendario istituzionale. Mi dispiace tanto, chiedo scusa a tutti”.

L’intervento del consigliere Luca Volpe: “Questa sera finalmente abbiamo scoperto quello che una parte della minoranza ha voluto in questi mesi: una minoranza che propone delibera di censura contro il sindaco, come quella che 12 anni fa ha portato la città in un buco nero. Spirito del 1200 con la santa inquisizione, condannati per raccogliere consenso, gli inquisitori procedevano contro gli eretici, i sospetti di false credenze, condanne senza possibilità di discolpa.

Dodici anni (con la vicenda del porto turistico) fa hanno portato città al fallimento con menzogne denunce e poi assoluzioni. Questa amministrazione dal 2018, si sobbarca il peso, con quel signore che ora vorreste censurare, si sobbarca il peso di mettere a posto le cose. Avete cercato di far sprofondare la città in un buco nero. Per cosa dovremmo censurare il sindaco? State scherzando, avete visto quella che la città di Imperia vi sta riservando?

Questa sera vorrebbero portare la santa inquisizione, portare il sindaco sul banco degli imputati, lo sollecitano a fare una replica. Questa sera dobbiamo far sentire la voce di tutta la città: non si permetta, con vostro atteggiamento antidemocratico, di mettere in discussione il sindaco, quell’uomo che ho sottratto Imperia dal buco nero che voi e i vostri amici avete scavato”.



[ad_2]

Source link

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More