Covid, Regione Liguria lancia campagna vaccinale per fragili – Notizie

0

[ad_1]



Partirà domani la campagna
vaccinale contro il Covid per il 2023. Regione Liguria ha pronte
200mila dosi di vaccino, principalmente Pfizer e Novavax, che
verranno somministrate a pazienti fragili, anziani, operatori
sanitari e caregiver. La campagna sarà su base volontaria ma
l’obiettivo è di coprire una platea molto ampia.


   
“Partiremo nelle strutture residenziali per anziani e
procederemo alla vaccinazione sia degli ospiti sia dei
professionisti. L’offerta sarà sia per il covid, sia per la
vaccinazione anti influenzale – ha spiegato Filippo Ansaldi, dg
di Alisa-. In parallelo andremo a vaccinare anche gli operatori
sanitari che lavorano in altri setting ad alto rischio e via via
poi gli immunocompromessi e tutte le categorie previste dalla
circolare del ministero della salute. Sarei ragionevolmente
soddisfatto se in particolare nei gruppi ad alto rischio
raggiungessimo la proporzione di vaccinati che abbiamo avuto per
il second booster, ovvero intorno al 50%. L’obiettivo ad ottobre
è di viaggiare tra le 2000 e 2.500 dosi al giorno”.


   
Un Covid che non fa più paura come in passato ma l’attenzione
rimane alta. “Non ci troviamo di fronte a situazioni come quelle
che abbiamo drammaticamente vissuto nel passato, ma questo
ovviamente non esenta dal fatto di dover con grande attenzione e
cura affrontare una stagione autunnale ed invernale in cui il
covid continua a circolare nonostante sia come dicono gli
esperti molto cambiato – ha spiegato il presidente della regione
Giovanni Toti-. I numeri nei nostri ospedali oggi non parlano di
emergenza però soprattutto le parti più fragili della
cittadinanza devono porre attenzione a questo fenomeno e
ovviamente vaccinarsi. Per questo siamo qui a dire oggi, senza
drammi né allarmismi, senza alcun tipo di emergenza, né di
particolare apprensione che le persone sono più tranquille se
fanno quel vaccino o rendono più tranquille le persone che
frequentano per lavoro”.


   
“Mi aspetto numeri alti – ha poi aggiunto l’assessore
regionale alla sanità Gratarola – perché la campagna vaccinale è
lo strumento più importante per combattere malattie virali come
l’influenza e il covid e non dovremmo nemmeno più ribadirlo”.


   



   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

[ad_2]

Source link

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More