D’Angelo a due giorni dalla Ternana: “Hristov da valutare, è una partita che vale molto”

0


Sappiamo che è una partita che vale molto ma allo stesso tempo verranno altre gare di valenza uguale se non maggiore. Dobbiamo giocare ogni partita provando a dare il massimo, i risultati delle altre non ci devono interessare perché non possiamo farci niente. Dobbiamo pensare a noi, a partire dalla Ternana e poi via via le altre”. Così in conferenza stampa Luca D’Angelo, a due giorni dalla partita-salvezza contro la Ternana di domenica, dopo due risultati utili in campionato. “Le partite in B sono tutte molto temibili. Sappiamo che la Ternana ha determinate caratteristiche, noi dovremo sfruttare le nostre. Il plus in più dovrà essere l’atteggiamento, che è molto importante in questo segmento di campionato. Dal punto di vista mentale non possiamo sbagliare la partita, sapendo che incontriamo un avversario che proverà a metterci in difficoltà. Dovremo essere molto bravi a livello caratteriale e metterci tattica, tecnica e intelligenza”. 

Una settimana di intenso lavoro a Follo, dove si fanno i conti con l’infermeria che finalmente si vede svuotarsi: “Dobbiamo valutare la condizione atletica di Hristov, che però lo faremo domani. Potrebbe recuperare. Gli altri che in settimana hanno avuto problemi, da Elia, Jureskin a Bandinelli sono recuperati. Nikolaou aveva solo crampi, Gelashvili la prossima settimana dovrebbe tornare. Elia sta bene ed è pronto a partire dall’inizio o a subentrare”, spiega D’Angelo. 

Ma oltre ai rientranti lo Spezia può contare sui rinforzi dal mercato, che nelle prime settimane a disposizione hanno cambiato la squadra: “I nuovi hanno portato voglia e decisione per capire che campionato c’è da fare qui. Stanno facendo molto bene la loro parte, ma sono quattro. Coadiuvati agli altri abbiamo trovato presto una giusta identità, ora dovremo continuare facendo risultato domenica a Terni”, racconta D’Angelo, che poi spende qualche parola anche per Di Serio: “Di Serio è a disposizione, si è allenato tutta la settimana, vediamo. Abbiamo un roster di attaccanti completo, con caratteristiche differenti. Può partire dall’inizio o entrare a gara in corso”, prosegue.

Tra i nuovi anche Adam Nagy, che sembra aver dato una grande mano anche a Salvatore Esposito: “Esposito e Nagy si uniscono bene come caratteristiche. Salvatore è un giocatore con grande tecnica, grande personalità, mentre Adam è un recuperatore di palloni. Insieme fanno un centrocampo completo, ma abbiamo anche altri giocatori forti in quel ruolo come Bandinelli, Cassata, che sono diversi per caratteristiche, ma abbiamo bisogno anche di loro. Se c’è possibilità di ruotare è meglio per tutti, perché il campionato è molto pesante e avere tanti giocatori a disposizione è un vantaggio”, spiega D’Angelo, che poi conclude parlando del modulo di utilizzo dello Spezia:“Possiamo giocare anche con due punte, bisogna vedere le caratteristiche dei centrocampisti. Abbiamo un centrocampo molto forte dal punto di vista tecnico, per sfruttare al meglio queste caratteristiche abbiamo bisogno davanti di giocatori più mobili e in profondità. Non ho un centrocampo tipo, ho tanti giocatori forti e scelgo come stanno durante la settimana. La squadra può giocare sia a quattro che a tre in difesa. Poi dipende dalla condizione fisica di alcuni giocatori, nello sviluppo offensivo i nostri movimenti sono abbastanza tattici. Non mi fossilizzerei sul discorso della difesa a tre o a quattro”. 


Leggi tutto l’articolo D’Angelo a due giorni dalla Ternana: “Hristov da valutare, è una partita che vale molto”
www.cittadellaspezia.com è stato pubblicato il 2024-02-09 15:11:37 da

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More