Di Muro mette una rete metallica per fermare i migranti (Foto e video) – Sanremonews.it

0

[ad_1]

Nuovo intervento dell’Amministrazione Di Muro per impedire ai migranti di bivaccare nel fiume Roya a Ventimiglia. Questa mattina, con l’ausilio dell’ufficio tecnico e della polizia locale, sono, infatti, iniziati i lavori per installare una rete metallica in via Tenda, all’altezza del sottopasso, nella zona dove la scorsa settimana era divampato uno dei tre roghi dell’incendio che ha creato disagi alla città e distrutto completamente un deposito nella zona di Peglia, per fermare gli accampamenti abusivi dei migranti lungo il greto del fiume.

Il Comune ha deciso, perciò, di costruire un “muro anti migranti” per dissuaderne il passaggio e garantire così maggior decoro e sicurezza ai cittadini. E’ un investimento che l’Amministrazione ha deciso di fare. La rete Orsogril è metallica e robusta e verrà posta nella zona di via Tenda, nei pressi del sottopasso, per impedire ai migranti di andare lì sotto” – fa sapere il sindaco di Ventimiglia Flavio Di Muro “Un intervento per dare dignità, decoro e sicurezza ai residenti del quartiere, e, al contempo, anche evitare, in caso di incendi o allagamenti, visto che la zona è soggetta a questi eventi calamitosi, che qualcuno possa trovarsi lì e rischiare la vita”.

Dopo l’avvio del nuovo servizio di vigilanza al cimitero di Roverino per impedire l’ingresso ai migranti che da diverso tempo utilizzano il luogo sacro per lavarsi e usare i servizi igienici, lasciati poi sporchi ed inutilizzabili, e il controllo straordinario del territorio di questa mattina nel centro città, l’amministrazione Di Muro ha messo in atto altre iniziative per tutelare i cittadini. “In contemporanea a questo tra oggi e domani cerchiamo anche di bonificare la zona di via Tenda dai rifiuti che sono stati gettati al di sotto del cavalcavia” – svela il primo cittadino – “Per lo sfalcio del fiume, inoltre, è già stata programmata una riunione con gli enti sovracomunali per fare una pianificazione degli interventi nel Roya sia nella parte della costa che nella parte più a monte, compresa la vegetazione che ha preso fuoco negli scorsi giorni”. 



[ad_2]

Source link

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More