Enna, i responsabili dei lavori al Castello: “È tutto in regola”

Enna, i responsabili dei lavori al Castello: “È tutto in regola”

Enna, i responsabili dei lavori al Castello: “È tutto in regola”


ENNA – “Non risulta alcuna difformità o differenza tra quanto approvato e quanto in corso di realizzazione”. Intervengono così, per provare a chiudere una polemica che da giorni monta sempre più sui social network, in relazione ai lavori di conservazione e valorizzazione del Castello di Lombardia, il direttore dei lavori e il responsabile unico del procedimento.

Sono l’architetto Andrea Caporali e l’ingegnere Salvatore Reitano, intervenuti pubblicamente dicendosi in attesa che gli esponenti di istituzioni pubbliche, che in questi giorni sono intervenuti sul Castello, smentiscano ciò che è stato attribuito loro.

Il sopralluogo

L’11 giugno scorso, sottolineano, “a seguito di sopralluogo congiunto”, dalla Sovrintendenza è pervenuta una nota “in cui non vengono evidenziate alcune difformità o abusi ma indicate ulteriori prescrizioni, in corso d’opera al parere già reso in data 14 dicembre 2022”.

I lavori, come detto, riguardano la “conservazione e valorizzazione del Castello di Lombardia, delle aree archeologiche adiacenti e dell’interno del complesso monumentale”, sono stati finanziati dall’Unione Europea nell’ambito del PNRR. E le polemiche, secondo il direttore e il rup, sarebbero “basate su un’interpretazione superficiale di lavorazioni ancora in itinere che non restituiscono chiaramente il risultato finale dell’intervento”.

Il consiglio comunale

Intanto il consigliere comunale del PD Marco Greco ha annunciato che chiederà spiegazioni nel consiglio comunale che è in programma oggi. “Ormai più di una settimana avevo chiesto per il tramite del mio capogruppo che venisse fornita ai consiglieri una copia della relazione tecnica dei lavori. Ad oggi nulla è pervenuto – afferma -. Di questo e di tutte le altre questioni sollevate nei giorni scorsi sarà mia cura chiedere conto e ragione all’amministrazione durante il dibattito consiliare”.

La riunione di Sicilia Antica

Nei giorni scorsi, come detto, si sono registrati diversi interventi pubblici molto critici nei confronti dei lavori. E ieri sui social la sede di SiciliAntica di Enna ha annunciato prossimi passi. In sostanza l’associazione “comunica che sabato 15 giugno si terrà una riunione straordinaria del Consiglio Regionale di SiciliAntica”.

La riunione si svolgerà “su richiesta del presidente provinciale Gaetano Marchiafava e del presidente di sede Sandro Amata”. Per “decidere sulle azioni da attuare riguardo ai molto discussi lavori di riqualificazione in atto presso il castello di Lombardia e su varie problematiche riguardanti diversi siti archeologici della provincia di Enna”.

Le notizie della provincia di Enna.


L’articolo Enna, i responsabili dei lavori al Castello: “È tutto in regola”
livesicilia.it è stato pubblicato il 2024-06-14 08:35:40 da Josè Trovato