“Il numero di operatori sanitari nei penitenziari deve essere garantito” – Savonanews.it

0

[ad_1]

La Giunta ha deciso di avviare una verifica per controllare se nelle carceri c’è personale sufficiente per garantire un’assistenza sanitaria adeguata, valutando eventuali integrazioni o assunzioni al fine che il diritto alla cura possa essere assicurato a tutti i detenuti in maniera adeguata”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Pippo Rossetti dopo l’approvazione in aula del suo Ordine del giorno sul servizio Salute in carcere.

I servizi di assistenza sanitaria in carcere, che devono essere garantiti dal Sistema sanitario nazionale attraverso le Asl e il servizio di Salute in carcere, prevede la presenza di diverse figure professionali per garantire la cura dei pazienti, dai medici di base ai psichiatri, psicologi e psicoterapeuti, ma anche infermieri per attività ambulatoriale, gestione emergenze e distribuzione farmaci. La presenza di un numero adeguato di personale sanitario all’interno di una struttura penitenziaria è fondamentale per garantire il diritto alla cura delle persone che stanno scontando una pena. L’erogazione delle prestazioni di cure primarie deve essere garantita 7 giorni su 7, possibilmente h24 (in particolare nei penitenziari con più di 250 detenuti) e comunque la presenza di operatori sanitari dovrebbe esserci dalle 8 alle 22. Vista la grave carenza di personale sanitario è necessario capire se all’interno dei penitenziari liguri, c’è personale sufficiente per garantire questo servizio fondamentale”, conclude Rossetti.



[ad_2]
L’articolo “Il numero di operatori sanitari nei penitenziari deve essere garantito” – Savonanews.it
www.savonanews.it è stato pubblicato il 2023-07-31 15:49:00 da Redazione

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More