La nostra disponibilità a lavorare insieme c’è tutta

0

[ad_1]

“Sono felice dell’apertura al confronto” di Meloni sul salario minimo, ma “è vero che non sono seguiti fatti particolarmente concreti. E’ stata scelta la strada del rinvio, noi temiamo che sia sine die per non decidere”. Così la segretaria del Pd, Elly Schlein, intervenendo a In Onda, su La 7. “Siamo disponibili al confronto anche domani, ma che sia reale e non prendano per il naso i lavoratori”

L’intervento si è allargato ai temi di maggiore rilevanza per l’economia e la politica italiana ed ha sottolineato che oltre a quella sul salario minimo “ci sono altre battaglie su cui le opposizioni possono unire gli sforzi: l’attuazione del Pnrr, la sanità pubblica, l’abolizione degli stage gratuiti…”.

Ed un passaggio è stato anche dedicato all’informazione: “Servirebbe una vera riforma del  servizio pubblico per assicurarne libertà e indipendenza. E’ stata  fatta una riforma che non ha migliorato le cose ed è tempo di aprire  una riflessione, ascoltando chi lavora nel servizio pubblico, per una  riforma che vada in una direzione diversa”

Netta la posizione sul PNRR: “La governance del Pnrr prevede che si passi dal Parlamento per discutere le modifiche e questo non è  accaduto. Abbiamo chiesto per mesi a Fitto di venire a riferire in  aula ma oggi capiamo l’imbarazzo perché mentre i Paese fa i conti con  i cambiamenti climatici estremi, vengono spazzate via le risorse per  il disseto. Siamo di fronte al gioco delle tre carte: il governo  colpisce e cancella progetti che dovevano andare al dissesto, al sud e ai comuni perché ai comuni che protestano rispondono ‘non vi preoccupate, compenseremo i progetti tagliati dal Pnrr con altre  risorse’ ma la verità è che quei territori aspettano quelle altre  risorse per fare altri progetti, non quelli già previsti dal Piano. Comunque è un gioco a perdere per i comuni”. Sul Pnrr “la nostra disponibilità a lavorare insieme c’è tutta, il problema è che è mancata dall’altra parte. E’ da chi guida in questo momento che sembra mancare la volontà di affrontare insieme con la dovuta serietà questa sfida, forse perché non condividono a pieno le finalità” di questo piano.

Un passaggio dell’intervento è dedicato al reddito di cittadinanza e l’sms inviato per la sospensione del reddito di cittadinanza rappresenta “un livello di cinismo che pare ricordare i licenziamenti collettivi fatti via sms” dalle aziende, “solo che questa volta è lo Stato che lascia senza prospettiva 169mila famiglie”. 

E anche sulla ricostruzione post alluvione è stata critica: “Siamo messi male, mancano risorse, non sono state prorogate le  bollette, manca chiarezza sulle risorse che servono ai comuni che  rischiano di andare in difficoltà avendo anticipato risorse che non  hanno”.

E parlando del clima: “Non ce ne facciamo nulla delle lacrime di coccodrillo di Pichetto Fratin davanti all’eco ansia di una ragazza, serve coerenza fra quello che dicono e quello che fanno”.

La segretari del PD ha parlato anche di inflazione: “Chiediamo alla Bce di fermarsi, perché è evidente che la scelta del continuo rialzo dei tassi può avere conseguenze, effetti economici dannosi. Ma non basta se il governo abbaia contro la Bce e poi non mette in campo misure che possono sostenere le famiglie e le imprese. È questo il salto in avanti che stiamo chiedendo”.

 

[ad_2]
L’articolo “La nostra disponibilità a lavorare insieme c’è tutta”
www.rainews.it è stato pubblicato il 2023-07-28 22:36:00 da

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More