Latina, Braccianti e lavoro, focus sull’emergenza

0

[ad_1]

Si è svolto ieri l’incontro tra l’Assessore al Lavoro della Regione Lazio Giuseppe Schiboni e le organizzazioni sindacali regionali in merito al problema dei lavoratori esposti al caldo estremo
«Nei giorni scorsi avevamo chiesto un incontro – commenta Enrico Coppotelli segretario generale Cisl Lazio – che è arrivato. Per garantire e tutelare i lavoratori esposti al caldo, abbiamo condiviso di aprire un confronto strutturato che ci possa consentire di avere nel tempo un protocollo che prendendo riferimento a quello nazionale, promuova comportamenti e regole adeguate per affrontare la complessità delle conseguenze di questi eventi con azioni di concreta prevenzione. E’ stato chiesto all’Assessore Schiboni di condividere con il Presidente della Regione Francesco Rocca la richiesta di valutare una ordinanza che rilevate alte temperature, vieti il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole».

Non mancano le reazioni dunque al dramma del bracciante indiano deceduto nei giorni scorsi per un malore dopo oltre nove ore di lavoro tra i campi.
«Il più importante settore economico locale viene dipinto come un buco nero senza possibilità di miglioramento». Lo dichiara Giorgio Carra, segretario della Uila Uil di Latina, in merito a nuovi casi di sfruttamento di lavoratori indiani sul territorio pontino emersi nei giorni scorsi. «Siamo fermamente convinti che i casi riportati dalla cronaca debbano essere affrontati con determinazione dagli organi competenti, agendo con la massima durezza nei confronti dei datori di lavoro e degli intermediari eventualmente coinvolti (caporali o pseudo consulenti). La comunità indiana della provincia di Latina, infatti, protegge ed assiste con grande attenzione e rispetto i propri figli minori e, dunque, prima di sottoporli alle luci della ribalta, è opportuno verificare in modo concreto, se si tratti di un caso isolato o, se al contrario, si è in presenza della punta di un iceberg di cui non abbiamo avuto consapevolezza e di cui va prontamente informata l’autorità giudiziaria per le opportune verifiche». Sullo stesso tema anche un altro intervento.

«Condivido l’appello di Coldiretti Lazio per una maggiore trasparenza in tutta la filiera agroalimentare a partire dall’odioso fenomeno del caporalato. Il rapporto presentato dall’associazione di categoria porta alla luce, infatti, una situazione a dir poco allarmante. Ed è per questo che è mia intenzione, e dell’amministrazione regionale, introdurre tutte le iniziative possibili per contrastare lo sfruttamento di manodopera, la maggior parte straniera, costretta a pagare il prezzo di una concorrenza troppo spesso sleale e senza scrupoli», ha detto l’assessore al Bilancio e all’Agricoltura della Regione Lazio, Giancarlo Righini.



[ad_2]
L’articolo Latina, Braccianti e lavoro, focus sull’emergenza
www.latinaoggi.eu è stato pubblicato il 2023-08-02 14:30:02 da

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More