NUOVA CICLABILE DI SAN CATALDO, SI RIMUOVONO 4 PIOPPI — Sito Ufficio Stampa Comune di Modena

0

[ad_1]

Nell’ambito del cantiere per la costruzione del nuovo tratto della dorsale ciclabile Montecuccoli-San Cataldo-Ganaceto, sabato 29 luglio, nel tratto terminale di via San Cataldo verso strada Nazionale per Carpi, saranno rimossi quattro pioppi per evitare il rischio di caduta dovuto ai lavori.

L’abbattimento degli alberi è necessario per consentire la riconnessione della ciclabile. A seguito di un sopralluogo con i tecnici del servizio competente per il verde del settore Lavori pubblici del Comune di Modena si è verificata, infatti, l’impossibilità di realizzare una variante che sarebbe stata comunque troppo vicino all’apparato radicale delle piante provocando un rischio di caduta a causa dei lavori di cantiere e dell’impermeabilizzazione del fondo.

L’intervento di rimozione dei pioppi è in linea con le prescrizioni del nuovo Regolamento comunale del verde che prevede che gli alberi su suolo pubblico possano essere rimossi per motivi di pubblico interesse come, appunto, la realizzazione di un’opera pubblica o il fatto che le piante diventino un pericolo per le persone e per le cose.

Allo stesso tempo, a tutela della salute degli alberi e, di conseguenza, della sicurezza delle persone, il Regolamento ha introdotto il concetto di area di rispetto della pianta, proporzionale alla sua grandezza, come area di salvaguardia nella quale non possono essere realizzati interventi potenzialmente dannosi come scavi, compattazione e pavimentazioni che ne mettono a rischio l’apparato radicale e, quindi, la stabilità. Dall’impossibilità di effettuare i lavori al di fuori dell’area di rispetto e in considerazione del conseguente rischio di caduta, la decisione di rimuovere i pioppi che, sempre come previsto dal Regolamento, saranno sostituiti con altri alberi, anche di essenze diverse, nello stesso comparto.

La realizzazione del nuovo tratto della ciclabile di San Cataldo è partita nelle scorse settimane ed è finanziata dal Pnrr con risorse ministeriali destinate al potenziamento delle ciclovie urbane. L’intervento riguarda il tratto tra strada Nazionale per Carpi, dove è presente il sottopasso ciclopedonale alla tangenziale che collega Ponte Alto alla Madonnina, e l’intersezione a rotatoria con via Monsignor Neviani, dove termina l’attuale percorso che percorre viale Montecuccoli.



[ad_2]

Source link

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More