Prezzi bloccati per la spesa (alimentari e non) da Ottobre

0

[ad_1]

Dal 1° ottobre 2023 entrerà in vigore l’accordo sui prezzi bloccati per la spesa di generi alimentari e non alimentari.

Si tratta del cosiddetto “trimestre anti inflazione sul carrello della spesa” voluto dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy che ha sottoscritto un protocollo di intesa con i rappresentanti dei commercianti per garantire prezzi fissi sui beni di prima necessità.

In questo articolo vi spieghiamo cosa prevede l’accordo anti inflazione che blocca i prezzi della spesa dal 1° ottobre 2023 fino al 31 dicembre 2023.

DA OTTOBRE, PREZZI BLOCCATI PER LA SPESA

Il Governo ha siglato il “patto” anti crisi che dovrebbe servire per aiutare le famiglie gravemente colpite dai rialzi sui costi della spesa, in vista delle festività di Natale e fine anno.

Il 4 agosto 2023, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha siglato un protocollo d’intesa con le Associazioni della distribuzione moderna e del commercio tradizionale. L’accordo scritto ha l’obiettivo di bloccare i prezzi della spesa nei supermercati e di accelerare il processo di rientro dell’inflazione già in corso negli ultimi mesi.

Entrerà in vigore dal 1° ottobre 2023 e durerà fino a dicembre 2023.

Vediamo tutti i dettagli su come funziona il piano anti inflazione che permetterà alle famiglie di risparmiare sull’acquisto di beni di prima necessità, ovvero generi alimentari ma anche non food, disponibili in negozi della GDO, supermercati e ipermercati che saranno coinvolti.

COME FUNZIONA L’ACCORDO BLOCCA PREZZI SPESA

Per rendere il conto del carrello della spesa meno salato e aiutare le famiglie schiacciate dal peso dell’inflazione, il MIMIT ha stabilito, di concerto con le associazioni di categoria, una vera e propria strategia multidirezionale.

In sostanza, il testo del protocollo d’intesa stabilisce che i commercianti e distributori aderenti debbano prevedere un paniere di generi alimentari e non, a prezzi calmierati.

Ma cosa vuol dire? Significa che questi supermercati, salumerie, negozi o discount, ecc, dovranno fissare prezzi massimi di vendita (appunto, calmierati). I prezzi saranno, quindi, bloccati su una selezione di articoli rientranti nel “carrello della spesa”, attraverso diverse modalità, come ad esempio:

  • l’applicazione di prezzi fissi;
  • attività promozionali sui prodotti individuati;
  • mediante iniziative sulla gamma di prodotti a marchio come “carrelli a prezzo scontato o unico”.

I dettagli sono in via di definizione, ma manca davvero poco all’applicazione dei prezzi calmierati.

QUANDO ENTRA IN VIGORE

L’accordo sui prezzi bloccati per la spesa entrerà in vigore dal 1° ottobre 2023.

Ma per quanto tempo durerà? Come ha specificato il MIMIT, durerà dal 1° ottobre al 31 dicembre 2023. Ecco perché si chiama anche “trimestre anti inflazione”, ossia 3 mesi in cui saranno previsti prezzi calmierati su una selezione di articoli rientranti nel “carrello della spesa”.

QUALI PRODOTTI AVRANNO I PREZZI BLOCCATI

Non sono stati ancora definiti nel dettaglio i prodotti, i generi alimentari e i beni di prima necessità che rientreranno nell’accordo sui prezzi bloccati per la spesa dal 1° ottobre 2023.

L’elenco del paniere calmierato sarà definito con le associazioni che hanno sottoscritto l’accordo entro il 10 settembre 2023. Ciò che è certo è che il paniere di merci riguarderà anche beni primari non alimentari come i prodotti per l’infanzia.

Anche le modalità specifiche di applicazione della normativa saranno definite dopo questa data e noi vi aggiorneremo.

CHI HA FIRMATO L’ACCORDO

L’accordo è stato siglato dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, e dai rappresentanti di Federdistribuzione, Associazione Nazionale Cooperative dei Consumatori COOP, Associazione Nazionale Cooperative fra i Dettaglianti, Confcommercio – Imprese per l’Italia, Federazione Italiana Esercenti settore Alimentare – Fiesa Confesercenti, Federfarma – Federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia italiana, A.S.SO.FARM. Federazione Aziende e Servizi Socio Farmaceutici, Federazione Farmacisti e Disabilità Onlus, Movimento Nazionale Liberi Farmacisti (MNLF) – Confederazione Unitaria delle Libere Parafarmacie Italiane (CULPI), Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane, Unione Nazionale Farmacisti Titolari di Sola Parafarmacia (UNaFTISP).

ALTRE MISURE PER AIUTARE LE FAMIGLIE CON LA SPESA

Secondo il MIMIT con il paniere calmierato si può dare un “definitivo colpo allʼinflazione riconducendola a livelli naturali”.

In base ai dati OCSE – ha fatto sapere il Ministro Urso – l’inflazione in Italia nell’ultimo mese scende dal 7,6% al 6,4%, con un calo di 1,2 punti percentuali, maggiore a quello registrato nell’area OCSE dove l’indice dei prezzi al consumo si è ridotto in media dello 0,8%”. 

Questa non è la prima misura anti inflazione avviata dal Governo. Basti pensare alle altre quali la carta risparmio spesa, il reddito alimentare, il bonus bollette e altri bonus famiglie attivi nel 2023.

Inoltre, nell’ambito della strategia anti inflazione che il Governo intende perseguire, il MIMIT ha fatto sapere che:

  • costituirà un tavolo permanente presso il Ministero, nel quale potranno essere coinvolti gli altri dicasteri competenti, per affrontare tematiche specifiche del settore della distribuzione moderna e del commercio tradizionale. Lo scopo è superare gli ostacoli che impediscono una maggiore efficienza nelle attività d’impresa. La cui prima riunione – ha annunciato Urso – si svolgerà entro il mese di settembre 2023. L’impegno prevede anche specifiche politiche di sostegno al settore;

  • il Governo si sta impegnano nel ruolo importante di contenimento dei prezzi e nella tutela del potere di acquisto delle famiglie. In questo processo un ruolo centrale, come ha detto il Ministro, svolgono anche le associazioni dei consumatori.

TESTO DEL PROTOCOLLO SUI PREZZI BLOCCATI PER LA SPESA

Non è stato ancora reso noto il testo del protocollo sul “trimestre anti inflazione” che stabilisce le regole per i prezzi bloccati al carrello della spesa. Vi aggiorneremo non appena il documento sarà reso pubblico. 

E’ disponibile in questa pagina la nota stampa del 4 agosto 2023 del Ministero delle Imprese e del Made in Italy sull’accordo firmato con le associazioni della distribuzione e del commercio.

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Per approfondire le novità sui sul tema spesa, vi consigliamo la lettura delle nostre guide sulla carta risparmio spesa, su cosa comprare con la carta risparmio spesa, quella sui negozi convenzionati con carta risparmio spesa.

Invece, tra gli altri aiuti interessanti attivi per le famiglie vi invitiamo a leggere quello su come funziona e a chi spetta la Carta acquisti, mentre in questo articolo vi spieghiamo qual è la differenza con la carta “Dedicata a te”.

Vi consigliamo la lettura del nostro articolo che spiega cos’è e come funziona la nuova carta di inclusione. Queste misure si aggiungono ai bonus con ISEE  2023 o al recente reddito energetico.

Per scoprire altre interessanti novità sugli aiuti alle famiglie e ai lavoratori, consultate questa sezione. Vi ricordiamo che è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su “segui”.


[ad_2]
Leggi tutto l’articolo Prezzi bloccati per la spesa (alimentari e non) da Ottobre
www.ticonsiglio.com è stato pubblicato il 2023-08-24 08:50:04 da Valeria Cozzolino

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More