Recinzione blocca l’accesso di migranti al greto del fiume – Notizie

0

[ad_1]



Il Comune di Ventimiglia ha
installato una recinzione in metallo resistente, in via Tenda,
per impedire l’ingresso dei migranti sul greto del fiume Roya.


   
“La decisione di chiudere l’accesso nasce per impedire la
creazione di nuovi bivacchi, ma anche per motivi di sicurezza -
afferma il sindaco leghista Flavio Di Muro – In caso di piogge
c’è il rischio di un innalzamento improvviso del livello del
fiume mentre nei giorni di secca come questi, si sono verificati
degli incendi”.


   
La recinzione riguarda gli accessi al fiume situati di fronte
alle case, prima del sottopasso ferroviario di via Tenda, dove i
cittadini hanno più volte segnalato il via vai di stranieri. “E’
una zona soggetta a degrado e in questo modo vogliamo impedire
il formarsi di situazioni di illegalità diffusa e la creazione
di nuove tendopoli. Nel contempo è stata avviata anche
un’operazione di pulizia della zona. In merito alle misure di
sicurezza”.


   
Non è il primo intervento del sindaco relativo al fenomeno
dell’immigrazione. Lunedì scorso è partito un servizio di
vigilanza privata all’ingresso del cimitero, spesso frequentato
da migranti che utilizzavano la toilette e in alcuni casi sono
stati visti anche aggirarsi tra le tombe. Ai giardini pubblici
invece saranno organizzati servizi di vigilanza dinamica da
parte delle forze dell’ordine per evitare altri bivacchi.


   
“Vogliamo investire sul nostro parco cittadino – prosegue Di
Muro – con la creazione di un minigolf e la sistemazione del
laghetto, ma serve un presidio all’interno”.


   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

[ad_2]

Source link

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More