Regione non vuole aumento tariffe, decide l’Agenzia guidata da Milano

0

[ad_1]

Tariffe del Tpl a Milano: “Tutti i soci partecipanti all’assemblea dell’Agenzia del Trasporto pubblico di bacino della Città metropolitana di Milano, Monza Brianza, Lodi e Pavia hanno deciso all’unanimità di rinviare ogni decisione in merito all’adeguamento delle tariffe del trasporto pubblico locale. Nel corso della riunione ho ribadito, per l’ennesima volta, che l’adeguamento tariffario deciso con delibera regionale è un atto dovuto, normato per legge, legato agli indici Istat. Mi preme chiarire che Regione Lombardia non ha alcuna intenzione di aumentare i costi per i viaggiatori: sono le stesse Agenzie Tpl che hanno la facoltà di valutare eventuali aumenti sui prezzi dei biglietti”.

Lo dice l’assessore regionale ai Trasporti e Mobilità sostenibile, Franco Lucente, in merito alla riunione dell’Agenzia Tpl che ha rinviato la votazione sul recepimento dell’adeguamento Istat per le tariffe.

Lucente: ogni socio faccia la sua parte

“Ricordo anche che Regione Lombardia detiene solo il 10% delle quote dell’Agenzia Tpl, mentre il socio di maggioranza relativa è il Comune di Milano. Eppure, è sempre e solo Regione Lombardia a investire ingenti risorse, come nessun’altra regione nel resto d’Italia. Ecco perché chiedo che ognuno dei soci dell’Agenzia Tpl faccia la sua parte, in base alla quota di partecipazione. Basta tirare Regione per la giacchetta e sollecitarla unicamente quando servono soldi. Senza mai, peraltro, coinvolgerla minimamente negli aspetti programmatici e gestionali del trasporto pubblico locale”.

doz

[ad_2]
L’articolo Regione non vuole aumento tariffe, decide l’Agenzia guidata da Milano
www.lombardianotizie.online è stato pubblicato il 2023-08-02 17:44:54 da redazione

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More