RIFUGIO MONTECRISTO: RINVIATO EVENTO MUSICALE DOPO DIFFIDA DEL WWF, FACCIA, “BASTA ASSURDI VINCOLI” | Ultime notizie di cronaca Abruzzo

0

[ad_1]

L’AQUILA – È stato rinviato l’evento musicale in programma domani al rifugio Montecristo 2.0, lungo la strada che da Fonte Cerreto conduce  a Campo Imperatore.

Questo dopo che il Wwf Abruzzo montano aveva chiesto al Parco Gran Sasso Monti della Laga l’annullamento dell’evento, “ai fini di verifica delle condizioni di compatibilità con la tutela della fauna e flora”, trasmettendo una nota al Parco e alla Regione Abruzzo Ufficio Parchi e Riserve, alla Regione Abruzzo Servizio VIA, il Gruppo Carabinieri Forestali dell’Aquila, in cui chiede “l’emissione di provvedimenti di interdizione allo svolgimento dell’evento fino all’espletamento delle verifiche”.

Commenta al quotidiano Il Centro l’amministratore della società ai Valloni Riccardo Manzi, “Provvederemo nei prossimi giorni a chiedere delucidazioni circa l’esistenza la necessità di richiedere non meglio precisate autorizzazioni. Si aggiunge il parco ad oggi non pare abbia adottato un vero e proprio regolamento. E comunque per il prossimo futuro si confida nel fatto che simili accorgimenti, preoccupazioni e verifiche, vengano adottate per l’intero territorio del parco e non solo nei confronti del nostro rifugio”.

Molti clienti del rifugio, lanciando strali contro il Wwf, aveva on fatti fatto notare sui social, che ad esempio a Fonte Vetica, sono presenti centinaia e centinaia di turisti con in camper, e con migliaia di auto che transitano quotidianamente, nel cuore del parco, e con un impatto ritenuto ben maggiore di una serata musicale.

A tuonare contro l’iniziativa del Wwf è il consigliere comunale dell’Aquila, Luigi Faccia, maestro di sci nei vicini impianti di Campo Imperatore: “Purtroppo sta accadendo quello che abbiamo sempre detto, il sottoscritto da 30 anni: piano, piano il cappio si stringe su tutto quello che non rientra nell’elenco numerico dei biotipi della biodiversità. Un conto poter fare con delle regole, altro chiudere indiscriminatamente tutto. Dobbiamo fare i  fretta a rimodulare i vincoli del Sic-Zps del Gran Sasso!”

Il Wwf Abruzzo Montano ha chiesto “quale sia la previsione di misure di efficace contenimento di eventuali disturbi a specie ed habitat presenti nell’area in questione, nonché misure di controllo dei comportamenti tenuti dai partecipanti all’evento. Prevedendo musica all’aperto, quali sistemi di amplificazione vengono utilizzati, e se siano state acquisite le necessarie autorizzazioni, essendo il luogo compreso all’interno del perimetro del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e nella Zona di Protezione Speciale. L’area intorno al Rifugio Montecristo ospita, infatti, ricche comunità di fauna e flora caratteristiche degli habitat d’alta quota protette da normative nazionali ed europee. Considerato che l’evento in questione richiamerebbe con molta probabilità un gran numero di persone e mezzi nell’area, il WWF Abruzzo Montano si è trovato a dover chiedere, per le rispettive competenze dei singoli Enti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA