Scala da solo senza protezioni e precipita: deceduto alpinista sulle Dolomiti

0

[ad_1]

È stato recuperato questa mattina il corpo senza vita di un alpinista precipitato ieri dalla Tofana di Rozes, nella zona di Cortina d’Ampezzo, mentre stava scalando in solitaria e senza protezioni (free solo climbing).

L’allarme era scattato ieri sera intorno alle 20:15 dopo la segnalazione da parte di un amico dell’uomo, che era stato chiamato dalla moglie preoccupata perché non aveva sue notizie. Dalle informazioni si sapeva che lo scalatore, 62enne di Villabassa (Bz), era solito arrampicarsi da solo senza protezioni e sarebbe stato diretto sulla Rozes, probabilmente su uno degli spigoli.

Ritrovato il suo furgone ancora parcheggiato al rifugio Dibona con il cellulare all’interno, mentre una squadra del Soccorso alpino di Cortina e della Guardia di finanza si preparavano in piazzola per eventuale imbarco, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha subito effettuato una ricognizione sul Primo e Terzo Spigolo della Tofana di Rozes, perlustrando la base, le vie, i canali e il rientro senza esito. 

L’eliambulanza ha poi tentato anche lungo la Via Eötvös – Dimai e, tra il Piccolo Anfiteatro e la Traversata, ha individuato il corpo senza vita, ormai impossibile il recupero. 

Questa mattina “Falco 2”, dopo aver imbarcato un tecnico del Soccorso alpino di Cortina e uno della Guardia di finanza in supporto alle operazioni e per i rilievi, è volato in parete. La salma è stata imbarellata dai soccorritori, recuperata con il verricello e trasportata a valle per essere affidata al carro funebre.

[ad_2]
L’articolo Scala da solo senza protezioni e precipita: deceduto alpinista sulle Dolomiti
www.rainews.it è stato pubblicato il 2023-07-31 10:01:00 da

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More