Sul bus due volte senza biglietto, i controllori lo multano lui li …

0

[ad_1]

ANCONA – «A me la spunta dava verde, non capivo perché mi trattenevano, mi sembrava una cosa ingiusta ecco perché mi sono arrabbiato ma non ha spinto nessuno». È il racconto di un 27enne, originario del Camerun, che ieri è stato sentito in tribunale nel processo che lo vede imputato di tre accuse: resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate e rifiuto di fornire le proprie generalità. Il 27 marzo del 2021, a bordo di un autobus extraurbano, avrebbe viaggiato senza biglietto, o meglio, ne aveva acquistato uno elettronico che, una volta salito a bordo doveva vidimare (attivare con un click) ma per ben due volte non lo avrebbe fatto. Il passeggero, che è a giudizio davanti al giudice Luca Zampetti, doveva raggiungere Osimo ed era salito sul primo autobus a Falconara. Poco prima di piazza Ugo Bassi erano saliti a bordo due controllori. 

Il 27enne ha mostrato loro l’acquisto fatto tramite app, un biglietto elettronico, con una tratta chilometrica, spiegando che si era dimenticato di vidimarlo. Il personale di Conerobus lo ha rimproverato invitandolo però ad attivare il biglietto. Il giovane era in fase di discesa da mezzo perché doveva prendere una coincidenza e ha promesso ai controllori che avrebbe attivato il biglietto. Salendo a bordo del secondo bus però non lo avrebbe fatto subito. Lungo il percorso infatti sono saliti a bordo gli stessi controllori che si sono accorti che lui aveva attivato il titolo di viaggio solo dopo che li aveva visti. Volevano multarlo ma il passeggero si è opposto a farsi identificare. «La spunta del mio biglietto era verde quindi ero in regola  – ha detto al giudice l’imputato – volevo solo scendere ma loro mi trattenevano. Avevo una coincidenza da prendere». Con il cellulare ha ripreso quello che stava accadendo gridando «fatemi scendere, fatemi scendere». Il video ieri è stato visionato in aula. Non si vede l’aggressione ai controllori. Uno sarebbe stato spinto contro la macchinetta automatica dei biglietti, l’altro addirittura a terra. Avevano riportato 1-2 giorni di prognosi poi diventati, in base a certificato medico prodotti successivamente, 60 giorni. Alla fine era intervenuta la polizia locale a riportare la calma è il 27enne era stato identificato e multato. Prossima udienza il 1 marzo per sentire due vigili urbani. L’imputato è difeso dall’avvocato Emanuele Senesi. Gli autisti Conerobus si sono costituiti parte civile.

[ad_2]
Leggi tutto l’articolo Sul bus due volte senza biglietto, i controllori lo multano lui li …
www.anconatoday.it è stato pubblicato il 2024-02-03 09:22:32 da

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More