“Dreams tour” | Raphael Gualazzi e la magia del suo pianoforte al T…

0





È partito il 2 novembre dal Teatro San Domenico di Crema il “Dreams Tour” di Raphael Gualazzi prodotto e organizzato da Baobab Music and Ethics. In questo tour, che porta l’artista nei più importanti teatri italiani, tra cui il Teatro La Fenice di Senigallia il prossimo 30 novembre alle 21, sono presentati per la prima volta dal vivo i brani del nuovo album “Dreams”, uscito il 6 ottobre per CAM Sugar, oltre ai successi più noti del repertorio di Gualazzi e rivisitazioni di album track mai proposte prima, ma molto significative per il suo percorso artistico.


Gualazzi e il suo pianoforte sono accompagnati da una straordinaria band che si cimenta anche in armonizzazioni vocali a tre e quattro voci composta da: Gianluca Nanni – batteria, Michele “Mecco” Guidi – organo Hammond, tastiera, Luigi Faggi – tromba, Anders Ulrich – contrabbasso, basso elettrico.


Il 6 ottobre è uscito il nuovo album di inediti “Dreams” per CAM Sugar, la prestigiosa label che ha fatto delle soundtracks il suo cuore pulsante. Le sonorità di “Dreams” ci introducono in un mondo onirico fatto di atmosfere sognanti dal respiro internazionale. Musica classica, ritmi African funk (con tendenze che spaziano dai Funkadelic ai Parliament e agli Sly and the Family Stone), sonorità Drum&Bass, armonie new soul, influenze jazz di Errol Garner, Thelonious Monk e Coleman Hawkins, sentori di musica elettronica, soul e R&B anni ’70-‘80 fino ad atmosfere disco si fondono in un mix di composizioni condite da sintetizzatori analogici, tastiere vintage, percussioni tribali e colori vocali del soul vecchia scuola. “Dreams” è composto da dodici tracce inedite in italiano e in inglese nei formati cd e vinile e vinile autografato. Nella versione digitale, le tracce sono quindici con l’aggiunta delle 3 bonus track “Coltivatori Lunari”, “Poi si vedrà” e “Il giro”, sigla del Giro d’Italia 2023.





L’album è pervaso dalla volontà e innata capacità di sperimentazione dell’artista marchigiano. Sperimentazione costantemente accompagnata da collaborazioni testuali di estremo valore, dalla partecipazione di Emma Morton in “Wild Man Singing”, “Soul Affirmation” e “I Won’t Lie”, in cui è anche guest vocale, alla co-scrittura di Federico Capponi nel brano “In esilio da me” e a quella di Jacopo Ettorre e Giordano Colombo in “Poi si vedrà” e “Vorrei capire”. I contributi musicali, invece, spaziano dagli arrangiamenti del maestro Stefano Nanni nel singolo “Vivido il tramonto”, presentato in anteprima il 3 luglio su Radio Monte Carlo, fino alla partecipazione di Tony Canto e Pippo Caballà in “Malinconia di averti”, dei Mamakass in “Wild Man Singing” e “You Are My Africa” e del duo salentino “Yorker” (Antonio De Marianis e Gino Semeraro) nella bonus track “Coltivatori lunari”. L’intero progetto è stato registrato e mixato al Marzi Recording Studio di Daniele Marzi, ingegnere del suono che ha avuto un ruolo artistico oltre che tecnico affiancando Raphael Gualazzi alla produzione dei brani che compongono l’album.










Leggi tutto l’articolo “Dreams tour” | Raphael Gualazzi e la magia del suo pianoforte al T…
www.anconatoday.it è stato pubblicato il 2023-11-18 17:44:53 da

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More