di Bianca Michelangeli

«Sarebbe fuori dal mondo parlare d’altro» hanno spiegato i consiglieri di Movimento 5 Stelle, Fratelli d’Italia, Lega, Azione e Team misto interrompendo i lavori

Non si fermano le polemiche sulla Roma-Lido. Dopo il guasto tecnico che mercoledì ne ha paralizzato una tratta per l’intera giornata, ieri le opposizioni politiche del Municipio X hanno occupato l’aula consiliare per protestare contro i disservizi, ormai all’ordine del giorno, della ferrovia che collega Ostia al centro della città. «Sarebbe fuori dal mondo parlare d’altro – hanno spiegato i consiglieri di Movimento 5 Stelle, Fratelli d’Italia, Lega, Azione e Team misto interrompendo i lavori del consiglio municipale -. Sentiamo il dovere di dare voce alla nostra cittadinanza umiliata e abbandonata».

Era stato l’ennesimo guasto tecnico, mercoledì, a rendere necessario lo stop prima dell’intera linea e poi – a metà mattinata – della tratta compresa fra le fermate di Vitinia e Lido Centro, rimasta chiusa fino alla fine della giornata. A causa di un presunto ritardo nella comunicazione del guasto da parte di Astral (che gestisce l’infrastruttura) a Cotral, inoltre, le navette sostitutive erano state attivate con grande ritardo, condannando i pendolari a lunghe attese fuori dalle stazioni e senza alcuna comunicazione ufficiale sullo stato del servizio a rassicurarli. «Ormai quello della linea non è più solo un problema di trasporto, ma un dramma sociale e di ordine pubblico – sostengono le opposizioni municipali -. Abbiamo deciso di presentare un esluogo al Prefetto perché ciò che è successo mercoledì potrebbe capitare ogni giorno».

La preoccupazione maggiore, si legge nel documento, è quella legata alla pubblica sicurezza, soprattutto «quando si presenta un guasto alla linea ferroviaria e i treni si fermano con a bordo i passeggeri, che sono costretti a scendere dal mezzo e percorrere a piedi i binari e via Ostiense per raggiungere il luogo sicuro più vicino». Un quadro ogni giorno più critico, a cui però anche la maggioranza municipale chiede, da tempo, una soluzione urgente: «Quello che hanno subìto i passeggeri è un qualcosa di non più tollerabile – ha commentato il consigliere dem Raffaele Biondo: sono stati violati diritti di rilevanza costituzionale. Condivido le motivazioni alla base della protesta di oggi, ma devono seguire atti più forti: personalmente, appoggerò qualunque mobilitazione che i pendolari vorranno organizzare».

Intanto, l’assessore capitolino alla Mobilità Eugenio Patanè ha fatto sapere che Atac supporterà Cotral in caso di emergenza mettendo a disposizione i suoi mezzi: una decisione, ha spiegato Patanè, che s’inserisce «nel quadro complessivo del grande lavoro che la Regione sta portando avanti e che porterà certamente ad una rivitalizzazione della tratta». Tutte promesse che gli utenti, da anni ridotti all’esasperazione, sperano di veder diventare finalmente realtà.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Roma iscriviti gratis alla newsletter “I sette colli di Roma” a cura di Giuseppe Di Piazza. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta
cliccare qui.

24 novembre 2022 (modifica il 24 novembre 2022 | 18:29)



Leggi tutto

L’articolo Guasti sulla Roma-Lido, le opposizioni occupano per protesta l’aula consiliare- Corriere.it è stato scritto il 2022-11-24 17:30:25 da Bianca Michelangeli ed è stato pubblicato su roma.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *