Milano-Sanremo: la spunta Jasper Philipsen, in un finale al cardiopalma

0

[ad_1]

Liguria. E’ Jasper Philipsen il vincitore della Milano-Sanremo 2024. Il corridore belga ha sconfitto Matthews e Pogacar in una volata ristretta davvero al cardiopalma, conclusa davanti per meno di mezza ruota.

Quarto Pedersen, Quinto Bettiol. Media oraria 46,10 km: sconfitto il record del 1990 di Gianni Bugno.

Webcronaca (LIVE):

16:32 La spunta a il velocista Jasper Philipsen! Di mezza ruota, negli ultimi metri. Finale al cardiopalma.

Secondo Matthews, terzo Pogacar. Quarto Pedersen, Quinto Bettiol.

Media oraria finale 46,16 km/h.

È la Milano-Sanremo più veloce di sempre. Battuta la media record del 1990 di Gianni Bugno.

16:30 Tornati nel rettilineo. A un chilometro dall’arrivo, sono dieci gli uomini al comando. Pidock si avantaggia, gran lavoro per Van der Poel che va a richiudere (per lanciare lo sprint al suo compagno di squadra Philipsen). Sarà una volata ristretta.

16:29 Mohoric prova l’allungo. Lo sloveno, già vincitore nel 2021 con un’azione simile, si avvantaggia guadagnando circa 100 metri.

16:28 Lungo la discesa del Poggio, Pidcock e Mohoric rientrano su Pogacar e Van der Poel.

I conttattaccanti seguono a pochi metri.

16:25 Secondo affondo di Pogacar! Nel tratto conclusivo del Poggio. Lo segue solo in progressione Van der Poel. I due uomini più attesi scollinano al comando.

Ganna e Bettiol seguono a 4″.

16:24 Nel tratto più impegnativo del Poggio parte Pogacar! Lo seguono Van der Poel, Ganna, Bettiol e altri sei.

16:23 A metà Poggio, in testa Pogacar tenta il forcing. Si attende il tratto più impegnativo.

16:20 I favoriti imboccano il Poggio a grande ritmo. Giù la maschera, ora in questi ultimi chilometri si deciderà la Milano-Sanremo.

16:19 Ripreso anche Bais. Mancano 10 km all’arrivo, meno di 1 km al Poggio.

16:14 Il gruppo è ad Arma di Taggia. Si attende il Poggio.

16:10 Ora nove chilometri di pianura e falsopiano prima dall’imbocco alla salita del Poggio di Sanremo, trampolino di lancio verso il traguardo di via Roma.

16:09 Mattia Bais, tra i fuggitivi del mattino, ha ancora energie per provare un’azione. Il trentino, portacolori della Polti-Kometa, si avvantaggia nuovamente guadagnando una centinaio di metri sul gruppo.

16:08 Nella discesa della Cipressa caduta tra i fuggitivi a un tornante. Il plotone rinviene. Il Gruppo torna compatto.

16:06″ Il gruppo scollina sulla Cipressa. Salita percorsa in circa 9’30”.

16:04 La Uae Emirates, dopo un aver fatto una consistente selezione, rallenta. La fuga, coriacea, resiste a 15″.

Il gruppo è rimane con 35 corridori circa.

16:02 Fuga praticamente ripresa a metà Cipressa, in meno di due chilometri. Resistono in 5 davanti.  Il gruppo dietro, sempre allungato, si assotiglia nuovamente.

15:59 Il gruppo, trascinato dagli Uae Emirates, assotiglia subito a 25″. È Forcing.

15:56 Il fuggitivi svoltano a destra dell’Aurelia. Prendono la Cipressa, verso il comune di Costarainera. Uno degli uomini perde contatto, rimangono in 9.

Il gruppo, imbocca a grande ritmo, segue a 1’10”.

15:48 Battistrada nel centro di Imperia. Il gruppo segue ormai a poco più di 1’20″

14:42 Gruppo sul Capo Berta, il più impegnativo dei tre promontori. La Uae Emirates, squadra di Pogacar, aumenta sensibilmente l’andatura. Alcuni velocisti puri, nelle retrovie, iniziano già a farne le spese.

15:39 I dieci fuggitivi sono diretti verso Diano Marina. Il gruppo, nel mirino a 1′20″ scende a San Bartolomeo e viene coinvolto in coda in una caduta. Una decina gli atleti coinvolti.

Tra questi, il campione europeo Christophe Laporte.

15:36 I battistrada scollinano Capo Cervo e scendono San Bartolomeo al Mare. La corsa lascia la provincia di Savona ed entra in quella di Imperia.

15:33 Gli uomini al comando superano Andora e prendono la salita di Capo Cervo. Il gruppo si avvicina. Distacco inferiore al minuto e mezzo.

15:26 I fuggitivi, sempre dieci unità, attraversano la Marina di Andora. Il gruppo scollina a Capo Mele.

15:23 Ingresso a Laigueglia per i battistrada. Il gruppo, a 2’10” si trova nel rettilineo a circa un chilometri di distanza.

15:20 La fuga lascia il centro di Alassio e si dirige nel rettilineo verso Laigueglia.

La corsa comincia a entrare nel vivo. A breve si affronteranno, in successione i tre capi: Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta.

15:16 I ciclisti in testa sono ad Alassio. Il gruppo segue a 2’40”.

15:14 Battistrada nei promontori verso Alassio. Il gruppo supera Albenga e prosegue verso la galleria.

15:12 I fuggitivi transitano nel centro di Albenga e attraversano il ponte sul fiume Centa. Il gruppo passa compatto dal ponte romano.

15:10 La fuga entra ad Albenga. Il gruppo si trova invece nel rettilineo del comune ingauno, a circa 2 chilometri e mezzo di distanza

Alle 15:08 fuggitivi nel rettilineo verso Albenga. Gruppo a Ceriale dove si trova la seconda zona rifornimento.

Il distacco torna nell’ordine dei 3′.

15:05 I dieci fuggitivi superano lo strappo del promontorio dei Borghetto e si dirigono verso Ceriale.

15:03 I fuggitivi transitano a Borghetto. Il gruppo, a 2’30”. lascia Loano.

Ricordiamo i nomi dei 10 battistrada:

Davide Baldaccini, Valerio Conti e Kyrylo Tsarenko (Team Corratec – Vini Fantini), Lorenzo Germani (Groupama – FDJ), Sergio Samitier (Movistar Team), Romain Combaud (Team dsm-firmenich PostNL), Davide Bais, Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (Team Polti Kometa), Alessandro Tonelli e Samuele Zoccarato (VF Group – Bardiani CSF – Faizanè).

15:00 La fuga è a Loano, supera le due rotonde sull’Aurelia e si dirige verso Borghetto Santo Spirito. Vento sempre a favore.

15:00 Gli uomini in testa superano Pietra e si dirigono verso Loano. Il gruppo, giunto ora alle porte di Pietra, lima il distacco a 2′35″.

14:58 I fuggitivi transitano a Pietra Ligure. Gruppo nel rettilineo di Borgio Verezzi

14:57 I fuggitivi transitano a Pietra Ligure. Gruppo nel rettilineo di Borgio Verezzi.

14:52 I corridori in testa si trovano ora nel rettilineo verso Borgio Verezzi e Pietra Ligure.

14:49 La corsa arriva a Finale Marina. I fuggitivi superano le due rotonde e si dirigono verso la Capra Zoppa. Gruppo nei pressi del porto di Finale Pia. Il distacco resta poco sopra i 2′.

15:45 I dieci corridori al comando lasciano Varigotti. Gruppo al Malpasso.

14:43 Anche il gruppo passa la strettoia nella galleria para massi e si immette in Noli. I fuggitivi hanno invece lasciato Capo Noli e si accingono a transitare per Varigotti.

14:42 I battistrada entrano a Noli passando dalla strettoia della galleria para massi. Il gruppo è a Spotorno. Il vantaggio scende a 2’15’

14:38 I fuggitivi transitano nella sopraelevata di Spotorno diretti verso Noli. Gruppo a Torre del Mare.

14:35 Gli uomini al comando superano lo strappo di Torre del Mare e imboccano il rettilineo del Merello verso Spotorno.

14:30 I battistrada lasciano Porto Vado , transitano nel comune di Bergeggi e si dirigono verso Spotorno. Il gruppo, sempre a 2’30”, attraversa ora il centro di Vado

14:28 I fuggitivi lasciano il centro di Vado verso il porto.

14:23 Anche il gruppo passa dal porto di Savona. I nove uomini in fuga si trovano in via Nizza a Zinola, diretti verso Vado Ligure.

14:18 I fuggitivi entrano a Savona. Passano ora sotto la Torretta, attraversano la darsena e la fortezza del Priamar proseguendo verso il lungomare. Il gruppo, a 2’30”, lascia Albisola Marina.

14:15 Battistrada superano Albisola Marina. Il gruppo lascia Albisola Superiore.

14:12 Fuggitivi diretti verso le due Albisole. Gruppo ora a Varazze.

14:07 Il drappello dei battistrada – nel quale figurano sette italiani – attraversano ora Celle Ligure.

14:05 I dieci battistrada entrano ufficialmente nella provincia di Savona. Tra poco attraverseranno Varazze. Gruppo a Cogoleto

14:00 La corsa arriva in Riviera. Fuggitivi e gruppo passano da Arenzano. Tra un quarto ora si entrerà nella provincia di Savona. Il vantaggio dei dieci uomini rimane nell’ordine di 1’45”.

13:40 I fuggitivi stanno per giungere a Genova Voltri. Ricordiamo ancora i loro nomi:

Davide Baldaccini, Valerio Conti e Kyrylo Tsarenko (Team Corratec – Vini Fantini), Lorenzo Germani (Groupama – FDJ), Sergio Samitier (Movistar Team), Romain Combaud (Team dsm-firmenich PostNL), Davide Bais, Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (Team Polti Kometa), Alessandro Tonelli e Samuele Zoccarato (VF Group – Bardiani CSF – Faizanè).

13:35 Lungo la discesa del Turchino il gruppo assottiglia il distacco, ora sceso a 1’40”.

13:30 I fuggitivi scollinano sul passo del Turchino. Li attende ora la discesa verso Voltri.

13:15 Lasciato alle spalle il comune di Rossiglione. Comincia la salita verso il passo del Turchino, direzione Campo Ligure. Il vantaggio dei battistrada resta nell’ordine dei 2’40”.

12:50 La carovana passa da Ovada. Tra circa un quarto d’ora inizierà l’ascesa al passo del Turchino, primo e unico vero gran premio della montagna di giornata.

12:15 Rimangono una decina gli uomini al comando. Il gruppo, ora nei pressi di Novi Ligure, segue a 2’45”.

12.10 Passate le prime 2h di corsa. Media oraria vicina ai 45 km/h.

11:30 Trascorsa la prima ora di gara. La corsa si appresta a lasciare la Lombardia ed entrare in Piemonte, nella provincia di Alessandria.

11:10 Si forma adesso una fuga di una dozzina di atleti. I nomi dei battistrada sono i seguenti:Davide Baldaccini, Valerio Conti e Kyrylo Tsarenko (Team Corratec – Vini Fantini), Lorenzo Germani (Groupama – FDJ), Sergio Samitier (Movistar Team), Romain Combaud (Team dsm-firmenich PostNL), Davide Bais, Mirco Maestri e Andrea Pietrobon (Team Polti Kometa), Alessandro Tonelli e Samuele Zoccarato (VF Group – Bardiani CSF – Faizanè).

Il vantaggio sul gruppo è a 2’00’.

10:35 Percorsi i primi 15 km, nonostante qualche tentativo non si è ancora costituita la fuga.

10:10 PARTENZA. Il giudice di gara alza la bandierina. La Milano-Sanremo prende il via.

10:05 I corridori si apprestano a recarsi al chilometro zero (Pavia).

Savona. La provincia di Savona si appresta ad accogliere la Milano-Sanremo.

La 115° edizione della “Classicissima di primavera” parte questa mattina alle 10:00 dall’inedita cornice di Pavia e terminerà nel ponente rivierasco passando per tutti i comuni costieri del savonese, da Varazze ad AndoraTransito nella provincia di Savona previsto tra le 14:30 e le 16:00

Aperto ieri sera il tratto del “Malpasso” tra Noli e Varigotti, in manutenzione nei giorni scorsi a causa di una frana.

Dopo il vernissage d’apertura del calendario italiano ciclistico due settimane fa al Trofeo Laigueglia (vinto dal francese Lenny Martinez), la classicissima di primavera alza dunque ufficiosamente il sipario sulla stagione del grande ciclismo su strada.



[ad_2]
L’articolo Milano-Sanremo: la spunta Jasper Philipsen, in un finale al cardiopalma
www.ivg.it è stato pubblicato il 2024-03-16 16:46:54 da Valerio Giongo

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More