di Maria Egizia Fiaschetti

Molti gli appuntamenti in Campidoglio e nei Municipi, mentre dallo studio delle Acli «Cantiere Roma» emerge che l’85 % delle intervistate si sente insicura. Nell’ultimo anno aumentate del 18 % le richieste di aiuto ai centri antiviolenza

Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la città si trova a fare i conti con un aumento significativo delle richieste di aiuto ai centri antiviolenza (1.362 nel 2020, il 18 % in più rispetto all’anno precedente). Nella Capitale – come si evince dall’ultimo report delle Acli «Cantiere Roma»
– si concentra anche il 74,6 % dei maltrattamenti familiari denunciati nel Lazio. L’85 % delle intervistate ammette inoltre di non sentirsi sicura a percorrere alcune strade e parchi di sera, nei centri commerciali e sui mezzi pubblici.

Ancora sotto choc per i femminicidi di Prati, gli stupri e gli abusi
ai danni di minorenni fragili e studentesse straniere, la città risponde con un fitto programma, tra dibattiti e momenti di riflessione. Si inizia stamane alle 10 con la tavola rotonda in Campidoglio con il saluto dell’assessora capitolina alle Pari opportunità, Monica Lucarelli che alle 9 salirà sul convoglio della metro A da Furio Camillo a San Giovanni, vestito con la livrea della campagna «Dalla tua parte sempre», insieme con il collega della Mobilità, Eugenio Patanè. In chiusura interverrà anche il sindaco Roberto Gualtieri.

Il I Municipio punta sullasicurezza stradale
con il miglioramento dell’illuminazione pubblica; nel II verrà installata una nuova panchina rossa davanti al liceo Avogadro in via Brenta, mentre al Macro di via Nizza il gruppo 015 di Amnesty International leggerà brani dal libro di Serena Dandini Ferite a morte. A seguire, inaugurazione della mostra Com’eri vestita? Nel VI Municipio, alle 11.30, corteo dal liceo Amaldi al Municipio delle Torri, dove sarà posizionata una nuova panchina rossa con la targa sulla quale è inciso il numero verde anti-violenza 1522. Verranno allestiti hotspot informativi anche nei mercati rionali (Tuscolano III, Alberone, Torrespaccata, piazza Castro Libero). A Porta San Paolo, la banda musicale della Polizia locale accompagnerà la performance «Tango solidale delle scarpe rosse». Nella biblioteca «Elsa Morante» di Ostia artisti, poeti, scrittori e musicisti declineranno il tema della rassegna «Non violare» assieme ai ragazzi delle scuole superiori. Tra gli altri, verranno letti i nomi delle 22 donne uccise nel 2022.

La Regione Lazio ha lanciato ieri il portale «Io non odio», progetto per giovani e scuole giunto alla quarta edizione. Prosegue nel frattempo l’impegno della società di trasporto ferroviario Italo, che dal 2017 promuove corsi di difesa personale prima per le dipendenti, poi aperti anche alle ospiti delle case rifugio di Telefono Rosa: oltre 700 le beneficiarie del training, 380 quest’anno. Dal 2023 il progetto verrà esteso anche agli uomini per sensibilizzasi sul tema della violenza di genere.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Roma iscriviti gratis alla newsletter “I sette colli di Roma” a cura di Giuseppe Di Piazza. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta
cliccare qui.

25 novembre 2022 (modifica il 25 novembre 2022 | 21:08)



Leggi tutto

L’articolo a Roma panchine rosse, dibattiti e mostre- Corriere.it è stato scritto il 2022-11-25 20:08:23 da Maria Egizia Fiaschetti ed è stato pubblicato su roma.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *