GS Pallacanestro, 50 anni di basket a L’Aquila: ci vediamo all’Auditorium

GS Pallacanestro, 50 anni di basket a L’Aquila: ci vediamo all’Auditorium

GS Pallacanestro, 50 anni di basket a L’Aquila: ci vediamo all’Auditorium


50 anni di basket, 50 anni del Gruppo Sportivo Pallacanestro L’Aquila: il 7 ottobre l’evento all’Auditorium Renzo Piano. Franco Panella: “Una bella storia e tanta voglia di crescere e migliorare”. 

Cinquanta ininterrotti anni di basket a L’Aquila, “ci siamo fermati soltanto costretti dal terremoto”.
Lo sport come passione, scuola di vita, condivisione e amicizia. È tutto questo e molto di più la grande famiglia del GS Pallacanestro L’Aquila che, questa mattina, ha presentato le iniziative in programma in occasione del 50esimo anno dalla sua fondazione.
Protagonista della storia sportiva del capoluogo, il GS Pallacanestro, vede tra i suoi fondatori Franco e Lucio Panella.
“Era il 1973. Avevamo vent’anni e giocavamo a basket con l’Oratoria Basket. Ci venne detto, però, che ormai eravamo grandi per continuare a giocare con loro, per questo decidemmo di prendere la nostra strada: fu così che nacque il Gruppo Sportivo Pallacanestro L’Aquila”.

Da quell’anno fino ad oggi L’Aquila è cambiata ed è cambiato lo sport in città: si sono succedute molte società di basket, “ma noi ci siamo sempre stati, accompagnando i nostri ragazzi e le nostre ragazze nel loro percorso sportivo.
Cinque volte nella sua storia il GS Pallacanestro ha preso parte al Campionato di Serie C Maschile. Sarà ricordato tutto questo nel corso dell’evento del prossimo 7 ottobre dalle ore 16, per celebrare i 50 anni di storia. “Saranno presenti diversi ospiti istituzionali e federali, oltre a una rappresentanza di atlete e atleti che si sono distinti in questi anni”.

Cinquant’anni in cui sono stati gli impianti comunali, soprattutto le palestre scolastiche, ad ospitare il GS L’Aquila che ora attende la possibilità di poter portare avanti la sua attività nella palestra di Piazza d’Armi. “Un impianto che può permetterei di migliorare il servizio che offriamo. Noi, dal canto nostro, speriamo di crescere sempre più, insieme a tutti i nostri ragazzi”.

Foto copertina scattata un giorno prima della chiusura di Collemaggio

 



Source link