“Il problema non è all’interno della proprietà, ma ciò che accade i…

0



Dopo il summit tra cittadini e amministrazione, in riferimento alla situazione di forte degrado che continua a coinvolgere l’area dell’ex nuova Questura, torna a intervenire Marco Da Dalto, responsabile del progetto RiminiLife. Da Dalto sostiene che “il problema non è all’interno della proprietà di Asi, ma ciò che vi accade intorno da vent’anni. E’ evidente che non può esserci addebitata l’incuria precedente. Dopo l’aggiudicazione all’asta, sono stati fatti interventi mai eseguiti prima per proteggere l’immobile dalle intrusioni. E altri ne stiamo facendo, anche all’esterno. Basta visitare il compendio ed è evidente la recinzione alta tre metri che lo circonda, i cancelli chiusi, la segnalazione di proprietà privata e di pericolo, ma anche la pulizia e il decoro lungo tutte le aree esterne. E il Comune lo sa bene. Si aggiungano la vigilanza privata e l’illuminazione notturna. Stiamo spendendo centinaia di migliaia di euro per questo, con l’aggiunta di 200.000 euro l’anno per l’Imu, versata al Comune come se fosse un edificio fruibile”.

“Quello che deve essere chiaro è che la sicurezza del quartiere non potrà mai essere risolta con le azioni promesse dall’assessore Magrini. Sono parole che illudono i cittadini – sostiene Da Dalto -, c’è ampia letteratura, ci sono esempi ovunque. Cito per tutti il Politecnico di Milano e una ricerca sulla ‘Prevenzione del reato attraverso la pianificazione urbana’: “Le aree e gli edifici degradati e abbandonati, cosi come i luoghi squallidi, comunicano paura e attirano comportamenti antisociali e criminalità”.

Il progetto di RiminiLife

“Mettiamo a parte il disprezzo di cui siamo oggetto: dal sindaco che ci ha accolti con ‘Hanno fatto un pessimo affare’, all’assessore Magrini che in consiglio comunale ci ha apostrofati ‘quelli di City Life alla riminese’. RiminiLife è in linea con le direttive del Governo e perfettamente aderente alle linee guida per la prevenzione del reato, perché crea un mixité di funzioni delinea e protegge gli spazi pubblici, crea integrazione, varietà di uso e frequentazione. RiminiLife è ancor di più una risposta al degrado e all’insicurezza con l’ultima proposta in cui potremmo rinunciare a ben 17.600 mq dei 23.773 mq acquistati per abbattere immediatamente il degrado, creare vitalità e sicurezza. La presenza del supermercato garantirà la sorveglianza di tutte le aree attigue h 24 e manterrà in perfetta manutenzione i parchi e i parcheggi pubblici afferenti. Con la cessione gratuita delle restanti aree, l’amministrazione potrà meglio collocare le palazzine pubbliche e sociali e di conseguenza gli spazi pubblici anche a supporto dell’auspicata ristrutturazione dello stadio”.


Leggi tutto l’articolo “Il problema non è all’interno della proprietà, ma ciò che accade i…
www.riminitoday.it è stato pubblicato il 2024-02-02 16:03:20 da

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More