«Accoltellata e poi spinta nel dirupo». L’assassino ancora in fuga

0


Bisognerà attendere l’autopsia, in programma la prossima settimana, per avere le risposte che ancora mancano su questo omicidio che ha scosso l’Italia intera partendo dalle province di Venezia e Padova. Dal momento che Gino Cecchettin ha riconosciuto il cadavere trovato in Friuli come quello di Giulia, sono finite le promesse che potesse fare ritorno a casa, sue e degli altri due suoi figli. Quella di Giulia, da quando è sparita abbiamo cominciato a chiamarla così, omettendo il cognome come si fa con chi è ormai di casa, è una morte che non si può accettare. Lo conferma l’eco e le reazioni che si stanno registrando in seguito al diffondersi della notizia che Giulia non c’è più. Nel 2023, che non è ancora terminato, prima di lei altre 104 donne sono state uccise da maschi che non hanno accettato…


Leggi tutto l’articolo «Accoltellata e poi spinta nel dirupo». L’assassino ancora in fuga
www.padovaoggi.it è stato pubblicato il 2023-11-18 23:43:32 da

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More